Longo infiamma l'asse Milano-Genova

Longo infiamma l’asse Milano-Genova


Mercato difficile quello dell’Inter. Dopo aver dato importanti segnali con gli acquisti di Guarin e Palacio, adesso sembra essere tutto in stand by. Importanti obiettivi sono già svaniti (Lavezzi ed Isla), altri sembrano di complicata realizzazione (Lucas e Giovinco), mentre affari che parevano imminenti rischiano di rivelarsi più intricati del previsto.

E’ il caso di Mattia Destro, vicinissimo al ritorno in maglia nerazzurra se non fosse per un Samuele Longo pronto a rubargli la scena. Il giovane attaccante della Primavera ha vissuto una stagione incredibile, che lo ha lanciato come miglior prospetto del calcio italiano nel suo ruolo. Longo è già in comproprietà tra Inter e Genoa: Preziosi aveva chiesto l’inserimento del giocatore nella trattativa per Destro, ma l’Inter non si è voluta privare di un talento così giovane e puro.

Le parole del general manager dei rossoblu, Pietro Lo Monaco, avevano fatto pensare a una risoluzione immediata della vicenda: “Posso garantire che Longo l’anno prossimo giocherà con noi”. E, invece, è ancora tutto in gioco, come dimostra la replica stizzita del direttore dell’area tecnica nerazzurra Marco Branca: “Sulla situazione di Longo e Destro non è certo ancora nulla. Sono sorpreso che qualcuno abbia certezze”.

La dirigenza di corso Vittorio Emanuele sembra aver cambiato le proprie strategie: l’obiettivo ora è riscattare per intero il cartellino del giovane “Samu”, inserendolo in uno dei tanti discorsi di mercato aperti tra le due società. Stramaccioni avrebbe così la possibilità di testarlo di nuovo, dopo la tournèe indonesiana, nel ritiro di Pinzolo, per studiare liberamente la soluzione migliore per l’immediato futuro del ragazzo.

A Moratti e Preziosi l’arduo compito di sbrogliare la matassa: in ogni caso l’Inter sembra aver già deciso quale sarà la sua coppia d’attacco per il futuro.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl