Pronto il "piano C" se dovessero saltare Lucas e Giovinco

Pronto il “piano C” se dovessero saltare Lucas e Giovinco


Continua la caccia dell’Inter a un giocatore offensivo capace di fare la differenza sulla trequarti, nel tentativo di esaudire le richieste di Stramaccioni, che ha inserito in cima alla lista dei desideri l’acquisto di una mezza punta di livello.

L’asso brasiliano Lucas è quello più ammirato, piace a tutti, ma è anche quello più difficile da raggiungere sia per la quotazione di mercato, sia per la concorrenza del Real Madrid di Josè Mourinho. Sabato scorso il tecnico dell’Inter ha assistito all’amichevole tra Brasile e Argentina, arrivando addirittura a scambiare due chiacchiere con il talento del San Paolo a fine match. Nei prossimi giorni è in programma un viaggio di Branca in Brasile per sondare un’ultima volta il terreno e, in caso di risposta negativa, gli obiettivi si sposteranno in altre direzioni.

Piace sempre Sebastian Giovinco: in questo caso il nodo da sciogliere è la comproprietà tra Parma e Juventus. Non è da escludere che si arrivi alle buste (nonostante gli ottimi rapporti tra le due società), con Moratti che aiuterebbe Ghirardi a riscattare il calciatore con la promessa di un’offerta da 13 milioni di euro più i cartellini di Jonathan e Mariga e la comproprietà di qualche interessante giovane nerazzurro (escluso Coutinho che Stramaccioni vorrebbe allenare e lanciare definitivamente, ndr).

Se invece fosse la Juventus a riscattare il calciatore ecco pronto il “piano C”: Alejandro “El Papu” Gomez del Catania, pronto a fare le valigie e a consacrarsi nel grande calcio. Dei tre è quello più accessibile economicamente e, pur non avendo le stesse qualità di Giovinco e Lucas, si distingue per duttilità tattica, come ha dimostrato in Sicilia, dove ha giocato da trequartista, da esterno e da seconda punta, garantendo sempre un rendimento altissimo. Aspetto da non sottovalutare la nazionalità argentina che ne faciliterebbe l’inserimento nello spogliatoio interista.

Una cosa è certa: in questa lunga estate di mercato la Beneamata farà di tutto per non restare a mani vuote e riconquistare quella competitività smarrita dopo gli errori commessi nelle ultime due stagioni.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl