Il dietrofront di Chivu modifica le strategie del mercato nerazzurro

Il dietrofront di Chivu modifica le strategie del mercato nerazzurro


Dopo vari tentennamenti Chivu ha deciso di proseguire la sua avventura in maglia nerazzurra: il procuratore del rumeno, infatti, dopo aver offerto il suo assistito a mezza Europa e trovando aperte solo le porte turche del Galatasaray, ha messo fine alla querelle accettando la proposta nerazzurra (2,5 milioni a stagione per due anni), ritenuta inizialmente troppo bassa.

Questo dietrofront potrebbe modificare le strategie del mercato nerazzurro per quanto riguarda il reparto difensivo. Con la conferma del rumeno, a cui Stramaccioni ha promesso un impiego più assiduo da centrale, l’Inter si ritrova ad avere più di traffico del previsto in mezzo: attualmente la rosa di difensori è composta da Samuel, Ranocchia, Lucio, Juan e Chivu.

Dando per scontata la partenza di Lucio, l’unico che potrebbe partire è l’altro brasiliano Juan, per il quale non è da escludere l’ipotesi prestito, che permetterebbe all’ex Internacional di giocare con maggiore continuità e prendere confidenza con il campionato italiano senza eccessive pressioni. Per questo a Stramaccioni potrebbe bastare un solo rinforzo per completare il reparto. A farne le spese sarebbe Andreolli: negli ultimi giorni la trattativa con il Chievo si è arenata, sia per le eccessive richieste del presidente gialloblu Campedelli, sia per il ripensamento di Chivu che permetterà alla società di concentrare le risorse su un unico obiettivo.

Il nome è sempre quello di Matias Silvestre del Palermo. I colloqui con Zamparini sono già stati avviati da tempo e lo stesso presidente rosanero ha confermato più volte l’interesse da parte dell’Inter. A rallentare tutto è l’alta valutazione data al giocatore dal club siciliano: si parla di 10 milioni di euro, cifra ritenuta eccessiva da Moratti che può comunque contare sull’inserimento nella trattativa di Viviano.

I nerazzurri, in ogni caso, dovranno fare in fretta: il Milan è in agguato e un’offerta da parte dei rossoneri farebbe il gioco di Zamparini, pronto a scatenare un’asta per il suo difensore.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl