Calcioscommesse, Materazzi: "Chi si vende è scemo o malato"

Calcioscommesse, Materazzi: “Chi si vende è scemo o malato”


Un calciatore che si vende una partita “o è scemo o è malato”. Non cerca giri di parole Marco Materazzi per dire la sua sullo scandalo del Calcioscommesse che sta condizionando anche l’avvicinamento della Nazionale all’Europeo, un po’ come nel 2006 è successo con Calciopoli prima del Mondiale vinto dagli azzurri in Germania.

“Noi eravamo un gruppo forte e giocavamo assieme da tanti anni, avevamo vissuto le umiliazioni del Mondiale in Giappone e Corea e poi quella dell’Europeo in Portogallo – ha raccontato l’ex difensore dell’Inter e della Nazionale, che ha inaugurato un negozio di scarpe in centro a Milano aperto assieme a Stefano Mancinelli -. Pur essendo giovane, auguro a questo gruppo di vincere come abbiamo fatto noi, ma realisticamente sarà dura.

Pensando a chi ha truccato delle partite, Materazzi si chiede “come abbia fatto sapendo che ci sono tanti tifosi che seguono il calcio con passione, viaggiando anche in trasferta. Chi si vende – ha aggiunto – o è scemo o è malato, e più che altro mi fa pena.

Fonte: Ansa

Copyright © 2015 Cierre Media Srl