Sei qui: Home » Gli avversari » Sannino punta tutto sull’ex nerazzurro Destro

Sannino punta tutto sull’ex nerazzurro Destro

Nono posto in classifica con 39 punti, + 8 sul Lecce terz’ultimo, eliminazione a testa altissima in semifinale di Coppa Italia, giocata con le seconde linee contro i “titolarissimi” del Napoli.

E’ questo lo score del Siena di Sannino a sette giornate dal termine di una stagione che ad oggi può considerarsi legittimamente fantastica. Manca poco all’obiettivo finale: altri tre punti, forse anche meno, considerando che bianconeri e salentini, oltre che da 8 punti, sono separati da ben 7 squadre.

Il successo di Bergamo, ottenuto grazie a un gol dell’ex nerazzurro Destro a tempo scaduto, ha regalato ai senesi il secondo successo in trasferta in campionato; il rendimento fuori casa è una delle poche note negative della gestione Sannino, anche se è da sempre comune a tutte le neopromosse.

Il tecnico campano ha continuato magistralmente il lavoro svolto da Conte; il marchio di fabbrica dei bianconeri è rimasto il 4-4-2 in linea, modulo adottato nella maggior parte delle partite se si escludono alcune gare affrontate con la difesa a 3; ma rispetto alla gestione dell’attuale allenatore della Juventus, Sannino ha dato un’impronta più difensiva alla squadra, che attualmente risulta la quarta miglior difesa del campionato con 32 reti subite.

LEGGI ANCHE:  L'Inter vuole il riscatto di Acerbi: c'è distanza con la Lazio

Rispetto alla gara d’andata, decisa dal primo e finora unico gol in serie A di Luc Castaignos in zona Cesarini, i bianconeri hanno cambiato il loro estremo difensore. Pegolo, eroe di Coppa Italia, ha preso il posto dello sloveno Brkic.

Davanti al portiere ex Verona dovrebbero ritornare dal primo minuto Vitiello e Del Grosso, tenuti a riposo sabato scorso. Al centro della difesa confermati Rossettini e Terzi.

A centrocampo l’unico dubbio riguarda D’Agostino, reduce da un mese di stop ma di nuovo a disposizione. Il regista palermitano si giocherà una maglia da titolare con Gazzi e Vergassola. Sugli esterni opereranno Brienza e Giorgi.

In attacco sono solo tre gli uomini a disposizione: Destro, Larrondo e Bogdani; con i primi due, a segno a Bergamo, favoriti per giocare dall’inizio. Altra opzione è quella di Grossi in luogo di Larrondo, con Brienza schierato nel ruolo di seconda punta.

Siena (4-4-2): Pegolo; Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso; Giorgi, Gazzi, Vergassola, Brienza; Destro, Larrondo

A disposizione: Brkic, Pesoli, Contini, D’Agostino, Mannini, Grossi, Bogdani