Verso la Champions: Olympique Marsiglia, una vittoria tra luci e ombre

Verso la Champions: Olympique Marsiglia, una vittoria tra luci e ombre


In uno scontro importantissimo per non perdere punti necessari a rincorrere il terzo posto, Rennes ed Olympique Marsiglia si sono affrontate allo Stade de la Route de Lorient. In una gara gradevole, i padroni di casa sono passati in vantaggio al 14’ con il centrocampista Tongo Doumbia, salvo poi farsi rimontare al 44’ da Loïc Remy, al suo decimo centro in Ligue 1 e fortunato nel trovare la deviazione di un difensore sul suo tentativo di mettere la palla in mezzo all’area.

Graziati più di una volta, dimostrando una solidità difensiva certamente non trascendentale e rei di aver sprecato due ghiotte occasioni con Lucho Gonzalez, gli uomini di Deschamps hanno poi realizzato al 77’ il 2 a 1 con Cheyrou, il cui tiro è stato deviato in porta da un goffo intervento del portiere Diallo.

Nonostante i tre punti che proiettano Les Phocèens a 37 punti, a -2 dal terzo posto occupato dal Lille, sono stati confermati i pregi e i difetti mostrati sette giorni fa in Coppa di Francia contro il Le Havre, sconfitto al Vélodrome per 3 a 1 solo ai tempi supplementari e dopo aver messo sotto i padroni di casa per lunghi tratti.

Ieri sera i marsigliesi, schierati con un 4-2-3-1 che vedeva la presenza in campo di Amalfitano e dell’argentino ex Porto (Lucho Gonzalez, ndr) al posto dei fratelli Ayew, hanno mostrato una manovra meno avvolgente del solito, sintomo di un possibile calo fisico, ma anche di un’incoraggiante maturità, dovuta alla crescita di una compagine giovane che sa vincere anche soffrendo ed è alla quarta vittoria consecutiva in campionato.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy