Primavera: Inter bloccata dal Brescia

Primavera: Inter bloccata dal Brescia


Dopo la splendida qualificazione alle semifinali della Next Generation Series, arriva un mezzo passo falso in campionato per l’Inter Primavera. Al “Comunale” di Bresso i nerazzurri non sono riusciti ad avere la meglio sui pari età del Brescia in una gara dai ritmi lenti e condizionata dalle pessime condizioni del terreno di gioco.

Mister Stramaccioni alle prese con la stanchezza dei suoi per l’impegno settimanale contro lo Sporting, opta per un ampio turnover. Davanti al portiere Sala (classe ’93), ci sono Pecorini ed Alborno sulle corsie laterali con Spendlhofer e Pasa (classe ’94) al centro della linea difensiva. A centrocampo Duncan e Benassi a protezione del trio di fantasisti composto da Forte, Bessa e Candido che supporta l’unica punta Vojtus.

La prima frazione di gioco si apre con l’Inter pericolosa con Forte che dopo una respinta della retroguardia bresciana lascia partire un preciso destro dal limite, controllato in due tempi dal portiere Cragnio. Al 5’ la risposta del Brescia col ghanese O’Neal che impegna Sala. Al 14’ Vojtus sfiora il vantaggio con destro a giro di poco alto. Dopo una fase di stanca, negli ultimi quindi minuti del primo tempo i nerazzurri prendono saldamente in mano la gara sfiorando il vantaggio ripetutamente con Forte, Vojtus, Spendlhofer ed Alborno. Il Brescia si fa vedere in chiusura di tempo su azione di corner con Marselin che a porta vuota non riesce a ribadire in gol.

Al rientro dagli spogliatoi l’Inter si ripresenta con Romanò al posto di Candido ma sono gli ospiti a partire meglio sfiorando al 51’ il punto del vantaggio. E’ ottimo Sala nell’anticipare O’Neal al momento della conclusione a botta sicura. Al 54’ entra il bomber Samuele Longo in luogo di uno spento Bessa. Al 56’ l’episodio che potrebbe cambiare il match. Brutto fallo su Benassi da parte del difensore centrale del Brescia Lancini e rosso diretto. Sul più bello però la squadra di Stramaccioni si blocca. Il Brescia si chiude in difesa lasciando il solo O’Neal in avanti e con ordine riesce a controllare gli attacchi dell’Inter. I nerazzurri faticano a costruire occasioni da rete ed anzi nei minuti finali rischiano di perdere la partita. Sala è strepitoso all’87′ a respingere la conclusione dell’attaccante bresciano Tassi. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Ghersini di Genova decreta la fine delle ostilità.

In classifica l’Inter resta nelle zone altissime a soli due punti dal Milan capolista, oggi sconfitto dall’Albinoleffe. Prossimo impegno giovedì 2 febbraio contro il Varese nell’anticipo della quarta giornata di ritorno del campionato.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl