Le parole di Ranieri alla vigilia di Inter-Parma

Le parole di Ranieri alla vigilia di Inter-Parma


Domani, alle ore 20.45, l’Inter ospiterà il Parma allo stadio “Giuseppe Meazza” per la 17^giornata di serie A (prima gara del 2012). In diretta dalla sala stampa del centro sportivo “Angelo Moratti”, vi proponiamo le dichiarazioni rilasciate da mister Ranieri nella consueta conferenza della vigilia.

 

Il Parma è una squadra ostica che ha battuto top team come Napoli e Udinese…

“Bisogna stare attenti e concentrati, ma ho visto i ragazzi determinati e sono convinto che faremo una buona partita”.

Ha pensato un po’ al derby per le convocazioni di oggi? Mi riferisco soprattutto a Chivu e Stankovic…

“Ho lasciato fuori Chivu e Stankovic perchè hanno fatto pochi allenamenti e vengono da infortuni. Ho voluto ricominciare così come avevo finito, con i giocatori che sonopiù in forma. Sicuramente per il derby saranno a disposizione”.

E’ stato lei il primo a lanciare l’idea Tevez. Si aspetta un regalo?

“Io mi aspetto solo di fare bene contro il Parma. Voi fate un lavoro diverso dal mio. Non posso stare dietro alle chiacchiere, devo pensare ai fatti”.

Si è capito dove può rendere meglio Alvarez?

“Il suo ruolo naturale è dietro le punte ma ci sono esigenze di squadra ed è giusto che lui si adatti. E’ un giocatore che può crescere ancora molto e ha le caratteristiche per fare bene sull’esterno. Forse non è ancora pronto per fare tutte le partite ma avrà un grande futuro nell’Inter. Conto molto su di lui”.

L’Inter avrebbe bisogno di Tevez?

“Non voglio parlare di giocatori che non ci sono”.

Adesso che si è finalmente sbloccato, come ha trovato Milito dopo le vacanze? Il 2012 può essere il suo anno?

“Mi auguro sia l’anno di tutti gli attaccanti. Milito conosce il calcio e sa bene che movimenti deve fare per farsi servire dai compagni. Si è sempre impegnato tanto e sono davvero contento che si sia sbloccato”.

A gennaio può essere destabilizzante il fatto che si giochi con il mercato aperto?

“Giocatori e allenatori sono vaccinati”.

Zarate andrà via?

“Zarate è un nostro giocatore, lo stimo tantissimo e può fare bene qui all’Inter”.

Qual è la situazione di Sneijder?

“Wesley è un giocatore dell’Inter e resterà con noi”.

Thiago Motta è in diffida, potrebbe risparmiarlo in vista del derby?

“Thiago è un giocatore importante per noi. Potrebbe essere una soluzione, vedremo...”

Jonathan sarà ancora utile?

“Sta recuperando, in questo momento Faraoni gli è passato davanti”.

Il fatto che la Juve abbia acquistato Borriello ha aumentato ulteriormente il gap tra voi e i bianconeri?

“Giocheranno sempre in undici…”

Sta già lavorando a un cambio di modulo in vista del ritorno di Sneijder?

“Il 4-4-2 è solo un numero e i numeri se li porta via il vento. Contano sono i movimenti che fanno i giocatori”.

Punterà ancora su Castaignos?

“Mi dispiace molto non far giocare Castaignos. Valuteremo con la società l’eventualità del prestito”.

E’ difficile non pensare già al derby?

“Io penso al Parma perchè sarà una partita difficile contro una squadra che si chiude e riparte in contropiede. Avremo una settimana per pensare al derby. Attualmente non ci deve interessare”.

E’ vero che la squadra vuole automultarsi in caso di sconfitta contro il Parma?

“Sì, l’hanno deciso i ragazzi”.

L’Inter fisicamente è già al 100%?

“Non credo che sette giorni di vacanza possano aver scalfito la condizione fisica della squadra. Sicuramente dal punto di vista psicologico saremo avvantaggiati perchè un po’ di riposo mentale serviva a questi ragazzi. Al rientro li ho trovati tutti benissimo”.

Quanto conterà il fattore San Siro visto che a gennaio giocherete la maggior parte delle partite al “Meazza”?

“Deve tornare un fattore a nostro favore. Noi vogliamo riempire di nuovo lo stadio”.

Il campo è stato rizollato, è soddisfatto?

“Diciamo che abbiamo perso le speranze”.

L’Inter ha più chance di andare avanti in campionato o in Champions?

“Non lo so, non so fare neanche la schedina. Vedremo…”

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl