Ranieri tra il 4-4-1-1 e il 4-3-1-2

Ranieri tra il 4-4-1-1 e il 4-3-1-2


Sale la tensione per un derby d’Italia che dirà molto sulle ambizioni di Inter e Juventus. A differenza di Conte, che può contare sulla formazione tipo e che quindi ha ben pochi dubbi sull’undici da schierare questa sera, Ranieri deve ancora sciogliere un nodo importante sul modulo: 4-4-1-1 oppure 4-3-1-2?

La prima ipotesi, decisamente più prudente, consentirebbe ai nerazzurri di coprirsi maggiormente sulle fasce, adattando il proprio gioco a quello di Conte, che punta ad allargare le difese avversarie per sfruttare gli inserimenti dei centrocampisti (Marchisio e Vidal su tutti) e la vena realizzativa di un Matri in netta crescita. In questo caso, vedremmo un centrocampo in linea con Zanetti sulla destra, StankovicCambiasso in mezzo e Obi sulla corsia mancina. Il sacrificato sarebbe Zarate con Pazzini a lottare da solo contro la retroguardia bianconera e Sneijder a giostrare tra le linee.

Considerando però che l’Inter ha a disposizione un solo risultato (la vittoria), Ranieri potrebbe comunque rischiare il più collaudato 4-3-1-2. A quel punto la mediana si schiererebbe con il rombo: dando per scontata la presenza di Zanetti, Cambiasso e Sneijder, sarebbero Obi e Stankovic a giocarsi l’ultima maglia disponibile. Chi uscirà sconfitto dal ballottaggio lascerà il posto a Zarate, pronto a fare coppia con Pazzini per dare un po’ più di imprevedibilità alla manovra offensiva.

Nessun dubbio invece per quanto riguarda il reparto arretrato con Maicon, Lucio, Chivu e Nagatomo confermati davanti a Castellazzi, che sostituirà l’infortunato Julio Cesar.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy