I dubbi del mister per Catania: centrocampo in linea o a rombo?

Claudio Ranieri
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

“Punti”. Ecco la parola d’ordine dettata da Claudio Ranieri in conferenza stampa questo pomeriggio prima della partenza dell’Inter per Catania. Nonostante le gravi defezioni di Julio Cesar, Chivu, Sneijder e Forlan e le difficoltà incontrate spesso da Zanetti e compagni al “Massimino” (la tradizione favorevole non deve ingannare), il tecnico nerazzurro crede nella possibilità di portare a casa i tre punti, fondamentali per non perdere ulteriore terreno dal gruppo di testa.

La sosta per le nazionali porta in dote gli infortuni di Julio Cesar e Forlan ma restituisce a Ranieri, anche se probabilmente non per tutti i 90 minuti, Thiago Motta. La difesa sembra fatta, con Castellazzi a sostituire il numero uno brasiliano e Maicon, Samuel e Lucio sicuri di una maglia da titolare. L’unico dubbio è a sinistra, dove Nagatomo potrebbe non essere al meglio dopo la lunga trasferta in Giappone. Non dovesse farcela il piccolo samurai, prevedibile l’impiego dell’onnipresente Zanetti a completare la linea difensiva.

Con l’attacco praticamente confermato in conferenza (Milito e Pazzini, con Zarate pronto a subentrare a partita in corso) i dubbi si concentrano tutti sulla linea mediana: linea o rombo? Non dovesse giocare Nagatomo prenderebbe piede la prima ipotesi, con Jonathan a destra come contro il Lugano, Cambiasso e Motta centrali e Alvarez più di Stankovic o Muntari (per esigenze tattiche) a sinistra. Con Zanetti e Motta centrali, invece, Cambiasso andrebbe a formare il vertice basso del rombo con Stankovic dietro le punte ed eventualmente Alvarez pronto a dare respiro al serbo, leggermente affaticato dal doppio impegno con la sua Nazionale.