Nazionali: record amari per Stankovic e Forlan

Nazionali: record amari per Stankovic e Forlan


Notte da record con brutte sorprese per due campioni nerazzurri. Dejan Stankovic ha eguagliato il record di Milosevic, raggiungendo le 102 presenze con la maglia della Serbia. Il centrocampista si è preso questa soddisfazione ma non ha potuto festeggiare poiché la sua squadra non si è qualificata per gli Europei del 2012. Infatti la formazione slava è stata sconfitta per 1 a 0 dalla Slovenia subendo gol su uno stranissimo tiro cross di Vrsic e fallendo il rigore del pareggio a 25 minuti dalla fine con Vidic. Al triplice fischio finale Stankovic ha dichiarato di voler lasciare la nazionale e volersi dedicare solo agli impegni con la Beneamata. Ha inoltre aggiunto che sarebbe necessario un cambio generazionale per portare gli uomini di Petrovic all’edizione brasiliana dei Mondiali del 2014.

Per Diego Forlan il primato è legato ai gol con la maglia della Celeste: 32 realizzazioni in 84 partite. L’ex colchonero, nella trasferta di Asuncion contro il Paraguay finita 1 a 1, ha superato il record di Hector Scarone, fermo a 31 reti in nazionale. Il campione uruguaiano è andato in rete al ’67 su assist di Luis Suarez, ripetendosi tre mesi dopo il trionfo in Coppa America proprio contro gli uomini di Gerardo Martino. La pessima notizia è legata all’uscita del “Cacha” a pochi minuti dalla fine per un guaio muscolare.

Fallimentare per due motivi invece la volata transoceanica per l’argentino Ricky Alvarez, sconfitto 1 a 0 dal Venezuela e non utilizzato dal ct Sabella. I “Vinotintos” hanno in questo modo confermato il grande periodo, dopo essere arrivati quarti nell’ultima Coppa America ed essere stati eliminati ai rigori dal Paraguay, in una semifinale che ha visto il portiere avversario Justo Villar graziato tre volte dai legni.

Finisce 0 a 0 lo scontro fra gli interisti d’Africa. Infatti, Ghana e Nigeria non si sono fatte male nell’amichevole disputata a Watford. Muntari ha giocato i secondi 46 minuti subentrando ad Asamoah, mentre Obi ha corso per 70 minuti lasciando poi il posto a Mikel.

Buone notizie da Luca Caldirola, uscito vincente per 2 a 0 dal match contro la Turchia. Gli uomini di Ferrara sono andati a segno con Saponara e Destro, ma il nerazzurro è stato uno fra gli “azzurrini” migliori, dimostrandosi un autentico muro in mezzo alla difesa.

Francesco Carini

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy