E' ripartito il "freccianerazzurra"

E’ ripartito il “freccianerazzurra”


Contro il Napoli si è rivisto in campo Maicon, il terzino più forte al mondo, finalmente recuperato da un noioso infortunio al ginocchio destro che gli ha fatto saltare gran parte della preparazione e il primo mese di stagione. Con tutto il rispetto per Nagatomo, il brasiliano è di un altro livello e contro i partenopei la differenza è apparsa lampante, complice il macroscopico errore del giapponese. Il “freccianerazzurra”, come l’ha soprannominato Ranieri non ha nascosto la sua gioia:Non vedevo l’ora di tornare dopo l’infortunio. In campo io mi diverto sempre, tantissimo, e non poter giocare invece è una sofferenza. Cerco sempre di dare il mio contributo, per il bene della squadra, mi fa un grandissimo piacere. Tutto quello che fa parte del mondo del calcio mi piace tantissimo: stare in ritiro con i compagni, scherzare, conoscerci, sono momenti unici. Siamo una rosa con tante qualità, in tutti i sensi”.

Non è stata un’estate facile per Maicon che, come in ogni sessione di mercato, è stato varie volte associato ad altri club, primo fra tutti il Real di Mourinho. L’acquisto di Jonathan poi  non ha fatto altro che alimentare queste voci. Il terzino è voluto tornare proprio sull’argomento cessione dichiarando: “Non c’è niente di vero che mi riguardi in chiave mercato: io sto lavorando per tornare a dare il mio contributo e basta. Non ho mai pensato di andare via. Sul suo connazionale invece ha detto: “È un bravo giocatore, mi piace. Se c’è concorrenza tra noi? Io dico solo che cercherò di fare sempre il mio lavoro al meglio, per cercare di essere titolare, poi ovviamente deciderà il mister”. Risulta ovviamente difficile immaginare Maicon in panchina per lasciare il posto al nuovo arrivato.

Il giocatore è stato poi interrogato sul recente arrivo di Claudio Ranieri. Per il tecnico romano, che non dimentichiamolo mai era l’acerrimo nemico del suo maestro Mourinho, arriva un attestato di stima dal brasiliano: È un grande allenatore, lo pensavo già quando allenava le altre squadre”. Non poteva essere altrimenti dopo che il mister lo ha elogiato pubblicamente alla vigilia della sfida con il Napoli.

Ora il “freccia nerazzurra” deve ripartire e trainare, come le migliori locomotive, l’Inter verso le zone alte della classifica per raddrizzare una stagione iniziata malissimo. Speriamo veramente che si lasci alle spalle i problemi fisici e torni a correre come un tempo. Bentornato Douglas!

 

 

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy