Caos Inter: Forlan in Champions solo a febbraio

Caos Inter: Forlan in Champions solo a febbraio

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Incredibile ma vero: Diego Forlan è stato escluso dalla lista Uefa e non potrà giocare in Champions League fino a febbraio. La causa è legata al suo utilizzo nelle partite disputate, il 28 luglio ed il 4 agosto, dall’Atletico Madrid contro i norvegesi dello Stromsgodset, valide per il terzo turno di qualificazione all’Europa League. I cugini milanisti potranno invece schierare in coppa il centrocampista Nocerino, che, al contrario dell’ex colchonero, non è riuscito a centrare la qualificazione in Europa con la maglia del Palermo.

L’impossibilità di utilizzare l’attaccante uruguaiano durante la fase a gironi della massima competizione continentale, fa sorgere qualche interrogativo: è possibile che i dirigenti nerazzurri non fossero a conoscenza di questa sfumatura del regolamento Uefa? E, soprattutto, riuscirà Gasperini a centrare la qualificazione anche senza l’erede di Eto’o?

In tutto questo c’è da dire che la rosa nerazzurra ha altri elementi validi come Zarate, Milito e Pazzini. Ma, considerando il fatto che gli ultimi due fanno movimenti pressoché simili, si dovrà necessariamente pensare a uno schieramento diverso rispetto a quello da utilizzare in campionato. Un 3-4-1-2 sarebbe probabilmente più congeniale per l’Europa, ma Gasperini non avrà molto tempo a disposizione per lavorare in contemporanea su due moduli differenti.

Sarà difficile, invece, sostituire il carisma e l’esperienza di Forlan che si limiterà a fare il tifo per i compagni nella speranza di poter tornare protagonista nella più delicata fase a eliminazione diretta.

Francesco Carini

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy