Il mercato non risolve l'enigma della fascia sinistra

Il mercato non risolve l’enigma della fascia sinistra

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Chi giocherà sulla fascia sinistra? Questo è l’interrogativo che molti tifosi nerazzurri si stanno ponendo in queste ore. La fine della sessione estiva di calciomercato ha portato due giocatori importanti come Zarate e Forlan per l’attacco, ma non il rinforzo che forse sarebbe servito di più a questa Inter, ovvero un centrocampista esterno di sinistra.

La stagione nerazzurra sarà ricca di impegni. Saranno minimo 45 le gare ufficiali a cui il club di Massimo Moratti parteciperà. L’abbondanza in attacco, che potrebbe costringere Gasperini a tagliare dalla lista Champions uno tra Coutinho e Castaignos, fa da contraltare a una rosa lacunosa a centrocampo.

Sulla fascia sinistra, poi, la situazione rischia di diventare davvero problematica. L’unico esterno di ruolo è il giapponese Yuto Nagatomo; l’altra opzione è rappresentata dal nostro eterno capitano. Tuttavia, pur essendo stato costretto a ricoprire quel ruolo diverse volte in carriera, Zanetti non è nato per giocare sull’out mancino e sarebbe quindi una soluzione di ripiego.

Ecco perchè il mercato dell’Inter non può definirsi buono. I giocatori sono arrivati, ma non nel ruolo dove c’era maggiore necessità. Si è trattata di una sessione estiva fatta più con istinto che attraverso una reale pianificazione. Alla luce di questo è abbastanza strano come sia stato ceduto Davide Santon che, a differenza di Zanetti, sarebbe stata la vera alternativa per quella zona del campo.

Se è vero che la cessione del “bambino” era scontata (chi ti offrirà più 6 milioni più bonus per un giocatore che negli ultimi due anni ha visto raramente il campo) è anche vero che il mercato in entrata poteva essere pianificato meglio per andare incontro alle esigenze tattiche di mister Gasperini.

Ormai il dado è tratto. Ai tifosi e a Gasperini non resta che pregare affinché né Zanetti, né Nagatomo abbiamo attacchi influenzali o infortuni nel corso di questa prima parte di stagione.

Giuseppe Testa Opromolla

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy