Diego Forlan per dimenticare Eto’o… e il 3-4-3

Diego “el Cacha” Forlan è arrivato ieri in tarda serata a Milano. Questa mattina si è sottoposto alle visite mediche e nel primo pomeriggio ha firmato con la società nerazzurra un contratto biennale con opzione per il terzo anno.

L’uruguaiano si è detto onorato di poter giocare per un grande club, perchè non a tutti capita un’occasione del genere a 32 anni, e spera che questo cambiamento gli sia d’aiuto per trovare nuovi stimoli.

Ora che l’ex attaccante dell’Atletico Madrid è entrato a far parte delle file nerazzurre, Gasperini si vedrà probabilmente costretto a rivedere il modulo di gioco. Infatti, nonostante la duttilità dimostrata nel corso della sua carriera, il giocatore non è adatto a ricoprire il ruolo di Samuel Eto’o, che più di una volta si è sacrificato sulla fascia adeguandosi alle necessità della squadra.

Ovviamente Forlan è un ottimo acquisto e una garanzia dal punto di vista della qualità; il suo dinamismo e la sua invidiabile forma fisica non potranno che assicurare incisività e personalità all’attacco dell’Inter. Ma difficilmente il tecnico nerazzurro potrà proseguire utilizzando il 3-4-3, poichè Eto’o era perfettamente in grado di adattarsi al gioco sulla fascia, mentre il calciatore uruguaiano non ne ha le caratteristiche.

Inoltre l’assenza di Maicon, più di una volta autore di cross decisivi, si sta facendo sentire, con Nagatomo unico giocatore in grado di rendere pericolose le azioni sulla fascia. Rivedere il modulo sembra l’unica soluzione per sfruttare al meglio le qualità di Milito, tornato in piena forma, Pazzini, i cui gol ormai sono una garanzia, e il neo arrivato Forlan, a cui diamo il più caloroso benvenuto e a cui auguriamo una grande avventura con la maglia nerazzurra.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI