“L’Inter può fare il vuoto”: la sentenza sullo scudetto è netta

L’ex calciatore ed allenatore Fabio Capello ha analizzato le prestazioni di Juventus e Inter nel derby d’Italia e si è espresso sull’andamento delle due squadre candidate al tricolore della stagione 2023-2024.

Fabio Capello, ex allenatore, tra le altre, di Milan, Real Madrid e Juventus, ha parlato ai microfoni de’ La Gazzetta dello Sport esponendo il proprio punto di vista sulla sfida del 26 novembre tra Juventus e Inter tenutasi sul terreno dell’Allianz Stadium e commentando l’atteggiamento delle due squadre.

L’Inter di Simone Inzaghi e la Juventus di Massimiliano Allegri, rispettivamente prima e seconda nella classifica della serie A 2023-2024, si sono recentemente sfidate a Torino concludendo la gara con un pareggio. Il risultato dell’1-1, con entrambi i goal segnati nella prima frazione di gioco da Dusan Vlahovic e Lautaro Martinez a pochi minuti di distanza,  non cambia la situazione in classifica con i bianconeri che inseguono i nerazzurri a due punti di distacco.

Tra Juve e Inter la sfida continua ed entrambe non intendono mollare, infatti il pareggio è indice dell’attenzione posta dalle contendenti a non rischiare e osare troppo per non perdere punti importanti.

Capello dice la sua su Juve-Inter
Fabio Capello fa il punto su Juve-Inter (Ansa) spaziointer.it

Fabio Capello: “Dall’Inter mi aspetto che osi di più”

Fabio Capello, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha espresso la sua delusione per la prestazione dei nerazzurri che, secondo l’ex allenatore, avrebbero potuto osare di più.

Queste le sue parole:

“Dalla squadra nettamente più forte del campionato mi aspetto che osi di più per vincere. L’Inter ha il potenziale per fare il vuoto come il Napoli nello scorso anno. E invece a Torino ha messo insieme 680 passaggi riusciti per… creare pochissimo. Credo abbia toccato più palloni Sommer con i piedi che le due punte. Dopo il pareggio, ha solamente aspettato l’occasione che non è arrivata”.

Il potenziale c’è, secondo Capello, ma a Torino sembra non essere stato sfruttato. Per le caratteristiche possedute, i nerazzurri avrebbero potuto fare di più e osare di più per cercare di creare un gap con la seconda in classifica e archiviare così il primo posto, in modo tale da poter ripetere ciò che è stato fatto l’anno scorso dal Napoli.

Tanti passaggi riusciti ma pochissime occasioni concrete: la squadra di Simone Inzaghi si è in un certo senso accontentata di riequilibrare la partita segnando il goal del pareggio con Lautaro Martinez e non ha rischiato, tant’è che non sono più arrivate occasioni per poter vincere il derby d’Italia.

Questa la posizione dell’ex allenatore: l’Inter, in sostanza, non ha giocato da Inter, e il pareggio sta più stretto ai nerazzurri che ai bianconeri.

 

Impostazioni privacy