Sei qui: Home » News Inter » Ventola a sorpresa: “Addio di Perisic e Sanchez? All’Inter sta mancando un giocatore!”

Ventola a sorpresa: “Addio di Perisic e Sanchez? All’Inter sta mancando un giocatore!”

Nicola Ventola, intervistato dalla Gazzetta dello Sport alle Next Gen Atp Final di Milano, ha parlato del suo periodo all’Inter e della prossima sfida degli uomini di Simone Inzaghi contro l’Atalanta. Queste le sue parole:

Sulla sfida tra Inter e Atalanta:

“Sono le squadre che ho amato di più insieme al Bari. Mi aspetto un match molto teso perché i tre punti in palio sono pesanti.

Chi arriverà prima? Credo l’Inter, ma anche l’Atalanta ha le carte in regola per arrivare in alto, anche in Champions League. Per i primi quattro posti sarà una bella sfida, perché la Lazio sta volando, mentre la Juve è in ripresa e, a mio avviso, sarà la principale avversaria del Napoli per lo Scudetto. Poi non sono da dimenticare anche Milan e Roma”.

Sul suo primo ricordo con la maglia dell’Inter:

“Gli allenamenti con Vieri e Ronaldo, ma anche le chance che Kallon ed io avevamo per sostituirli. Ero la riserva dei migliori al mondo”.

Sullo Scudetto perso il 5 maggio:

“Potevamo e dovevamo arrivare primi, invece finimmo terzi. Sicuramente abbiamo le nostre colpe, perché la partita contro la Lazio era da vincere, ma ci sono stati anche altri motivi per cui non abbiamo vinto quello Scudetto”.

Le parole di Ventola sull’Inter di Inzaghi

L’ex Inter ha parlato anche dell’attuale momento della squadra di Simone Inzaghi. Queste le dichiarazioni:

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Inter, i nerazzurri puntano il talento italiano: costa 40 milioni!

“Rispetto allo scorso anno, l’Inter è una squadra molto più prevedibile, soprattutto perché ha perso due giocatori come Sanchez e Perisic, che erano molto abili nell’uno contro uno.

Ventola, Vidal, Inter

Inoltre, anche se non sono in molti a pensarla come me, credo che si avverta anche la perdita di Vidal, che quando entrava dava sostanza. Ora la squadra è meno equilibrata e subisce tanto perché è rimasto il solo Barella in fase di interdizione.

Così facendo era inevitabile soffrire in molti match, soprattutto negli scontri diretti, e i tanti punti di distacco dal Napoli ne sono la conferma.

Scudetto? Mancano ancora tante giornate, ma se gli uomini di Spalletti continuano così sarà complicato per tutti”.