Contromossa Marotta, l’Inter va dritta su Dybala. Lo scambio con Icardi ora è possibile. Ecco perchè

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Inter-Juventus-Manchester United, un intreccio da cui è difficile uscirne. L’inserimento della Juventus per Romelu Lukaku ha suscitato la reazione di Beppe Marotta, che adesso punta dritto su uno dei suoi pupilli: Paulo Dybala. A riportarlo è Il Corriere dello Sport.

L’argentino non vuole trasferirsi in Inghilterra e, dopo essere stato scaricato dalla società, l’interessamento dell’Inter potrebbe fargli gola e quindi ritornerebbe in auge lo scenario per un clamoroso scambio Icardi-Dybala.

Dipende tutto da Dybala

Nelle scorse ore Paratici è volato a Londra per cercare invano un’intesa con gli agenti della Joya. Dybala è stato categorico e non intende trasferirsi in Premier.

A questo punto lo scambio con i Red Devils che porta a Lukaku salterebbe. E quindi che fa Paulo? Questo è ancora da vedere, sicuramente il corteggiamento dell’Inter che lo metterebbe al centro del progetto non lo lascia indifferente, anzi.

Sogno nerazzurro

L’eventuale arrivo di Dybala alla corte di Antonio Conte genererebbe 4 effetti positivi: l’acquisto di un calciatore di livello assoluto, impedire alla Juventus di prendere Lukaku (a questo punto diventa anche una questione di orgoglio) e risolvere la grana Icardi che ormai va avanti da diverse settimane.

L’Inter attende e studia il da farsi. Marotta e company hanno senz’altro capito che l’intromissione dei bianconeri fosse uno sgarbo a Conte e adesso la dirigenza nerazzurra ha sferrato la contromossa. Come andrà a finire questa storia? Una cosa è certa, molto dipenderà dalla Joya. Se sposerà la causa interista, ci sarebbero tutti i presupposti per quello che sarebbe lo scambio dell’estate.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook