Mudingayi: “Sento la fiducia di tutti e lavoro per rendermi utile. Contro il Torino…”

Appiano pimo allenamento 2013-14 Mudingayi
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Appiano pimo allenamento 2013-14 MudingayiAlla vigilia di Torino-Inter, a parlare a Inter Channel della partita che aspetta i nerazzurri sabato sera allo stadio “Olimpico” di Torino è Gabi Mudingayi.

Da Torino a Torino, un duplice ricordo nella carriera di Mudingayi perchè ti ha dato la possibilità di iniziare una grande carriera e l’ultimo, quello negativo, dell’infortunio.

“E’ vero l’ultima partita in serie A dal primo minuto l’ho giocata contro il Torino e in quella partita mi feci male. Quindi non è un bellissimo ricordo però devo dire che a Torino sono stato davvero bene, sono stato un anno è mezzo, un anno importante perchè ho imparato ad amare il calcio italiano. Avevamo una squadra giovane, una squadra che aveva fame, quindi abbiamo lottato per la serie A, poi sono andato via”.

Che Torino è adesso?

“Ho visto delle partite, giocano bene, c’è un allenatore che è bravo. Hanno una buona squadra, ma noi abbiamo una squadra fortissima e quindi dobbiamo andare lì e imporre il nostro gioco”.

Dopo la pausa delle nazionali, è vero che si è lavorato quindici giorni però sulla partita si lavora pochi giorni…

“E’ vero perchè sono andati via tanti giocatori impegnati con le nazionali e quando accade questo bisogna rimettersi subito al lavoro pensando che quella di domenica sarà una partita difficile. Però vedo che i ragazzi che sono andati via sono tornati subito con la mentalità giusta sapendo che domenica sarà difficile e che abbiamo bisogno di andare lì e fare una grande gara”.

Come sta Mudingayi? Nell’amichevole contro il Locarno ti abbiamo visto bene.

“Lavoro tanto e quando posso lavoro anche dopo gli allenamenti per essere disponibile al più presto. Qui bisogna lavorare e dimostrare tutti i giorni la propria voglia di fare, io cerco di farlo e spero di poter avere l’opportunità di dare una mano alla squadra perchè è bello aiutare i compagni. Per me è importante lavorare, lavorare e lavorare”.

Senti la fiducia della Società?

“Si, sento molta fiducia ed è quello che mi dà fiducia tutti i giorni. L’Inter mi ha riscattato dal Bologna dove mi ero fatto male, poi mi danno fiducia anche i miei compagni e l’allenatore stesso. Per questo do sempre il massimo, anche in allenamento, anche se se so che ci saranno da giocare dieci minuti darò sempre il massim perchè per me è una grande piacere essere qui”.

 

Fonte: inter.it