L’Under 21 vola. Azzurrini inarrestabili

Continua spedita la marcia dell’Under 21 guidata da Ciro Ferrara verso gli Europei di categoria programmati in Israele nel 2013. Nella giornata di ieri a Casarano contro l’Ungheria è arrivata infatti la quinta vittoria in altrettante gare nel girone di qualificazione grazie alle reti di Manolo Gabbiadini nel primo tempo e di Alberto Paloschi nella seconda frazione di gioco. Gli azzurrini comandano a punteggio pieno il proprio girone con tre punti di vantaggio sulla Turchia, che ha disputato una partita in più ed è già stata battuta dai ragazzi di Ferrara sia in casa che in trasferta.

Tra i protagonisti di questo splendido momento per la formazione Under21 ci sono molti giocatori in orbita Inter. Tra tutti spicca il difensore centrale Luca Caldirola (classe ’91). Il ventenne di Desio è titolare indiscusso e a suon di prestazioni solide e concrete si sta guadagnando la fiducia di tecnici e addetti ai lavori. Stride con l’ottimo comportamento in campo di Caldirola l’anniversario che sta per “festeggiare”: il 12 dicembre 2011 sarà passato un anno dalla sua ultima presenza in gare ufficiali con squadre di club (l’ultima apparizione nel dicembre 2010 in Eredivisie col Vitesse, ndr). A volte viene da chiedersi se non sarebbe più conveniente per le squadre italiane puntare sui talenti nostrani invece di andare in giro per il mondo a scovare giocatori che non sempre riescono ad essere all’altezza del nostro campionato.

Nella partita di ieri Caldirola però non è stato il solo interista a mettersi in mostra. Marco Faraoni (classe ’91) è infatti subentrato nella ripresa giocando un’ottima parte finale di gara nell’inedito ruolo di esterno alto a destra del centrocampo a quattro. Da sottolineare poi le ottime prestazioni di due giocatori di proprietà dell’Inter, il portiere Francesco Bardi (classe ’92) ed il terzino destro Giulio Donati (’90), attualmente in prestito in Serie B rispettivamente al Livorno ed al Padova.

Gennaro De Stefano

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI