• NextGenInter, questo il riassunto dei giovani nerazzurri in prestito

    NextGenInter, questo il riassunto dei giovani nerazzurri in prestito

    L’Inter torna a vincere tre partite consecutive in campionato e lo fa contro il Cagliari dei suoi gioiellini Longo e Crisetig. Buona la prova dei due giovani nerazzurri. “Geometrica” la prestazione di Crisetig che detta il ritmo in mezzo al campo e non si lascia certo intimidire dal fatto che di fronte ha la squadra che gli ha permesso di arrivare al calcio che conta. Buoni spunti per i compagni e numerosi recuperi preziosi che più di una volta gli hanno permesso di riavviare l’azione dalle retrovie e di giocarla in avanti. Ancora più entusiasmante è stato l’apporto di Samuele Longo. Zola lo fa entrare al posto di Cop e la manovra offensiva dei sardi si fa più pericolosa. Il talentino nerazzurro si sbatte su tutto il fronte offensivo e con la sua fisicità riesce a mantenere alta tutta la squadra. Suo lo zampino anche in occasione dell’autorete di Carrizo. Tiro di potenza da fuori area che va a sbattere prima sul palo e poi sulla schiena del portiere dell’Inter. Un goal al 90% del talento di Valdobbiaddene. Un passo indietro invece per Marco Benassi rispetto alle ultime uscite. Il centrocampista del Torino non riesce a giocare come suo solito complice anche una Fiorentina che di certo non gli rende il compito facile. A rendere ancora più incolore la sua prova il rigore causato per uno sciocco fallo su Badelj. Fortunata per lui che Padelli para il tiro di Babacar. In B spicca la prova di Di Gennaro la cui porta resta inespugnata contro la Ternana. Due salvataggi importanti su Falletti e Avenanti nella ripresa e una prestazione “sicura” per tutta la gara. Secondo match consecutivo da imbattuto. Poco spazio per Daniel Bessa che entra all’82 con il compito di dar fiato al suo Bologna e permettere alla squadra di mantenere il vantaggio maturato.

    continue reading »

     
     
  • NextGenInter, weekend in chiaroscuro ma che Primavera al Viareggio

    NextGenInter, weekend in chiaroscuro ma che Primavera al Viareggio

    Ancora un weekend in chiaroscuro per i giovani nerazzurri in prestito. Una nota lieta ancora una volta la buona prestazione di Benassi nel Torino. Mezzo passo falso dei granata fermati da un buon Cagliari. Ancora titolare Marco Benassi che prova a dare vitalità al centrocampo granata. Con El Kaddouri si gioca la palma di migliore dei suoi e ripaga appieno le scelte del suo allenatore. Nel Cagliari resta in panchina Lorenzo Crisetig mentre a Samuele Longo viene concessa soltanto una manciata di minuti. Ancora panchina per Bardi e Biraghi nel Chievo di Maran. In B perde 2 a 0 il Modena di Garritano contro un modesto Perugia. Poco meno di mezz’ora per l’attaccante nerazzurro che non è riuscito ad avere il suo solito impatto con la gara. Restano in panchina invece Mbaye e Bessa in Bologna – Ternana 0 a 0. Grande prova di Di Gennaro che resta imbattuto nella bella vittoria del Latina contro il Pescara. Impeccabile nelle uscite, il portierone nerazzurro ha difeso in più di un’occasione il vantaggio. Nella rubrica di oggi non può di certo mancare qualche riga sullo strepitoso percorso della primavera nerazzurra al torneo di Viareggio. I ragazzi di Vecchi hanno centrato il settimo successo nella celebre competizione giovanile. Un trionfo entrato subito nella storia del torneo. Mai infatti una squadra era riuscita a vincere tutte le partite del torneo. Il giusto premio ad una compagine con parecchi giovani talenti tra le fila. Ragazzi come Camara, Appiah, Sciacca e Palazzi che per ora non sfigurerebbero in nessuna squadra di B. A questi va ad aggiungersi l’ormai “noto” Bonazzoli miglior giocatore del torneo e capocannoniere con 5 reti in 4 partite. Tutto questo è reso possibile grazie ad un accurato lavoro da parte dello scouting nerazzurri oltre che ad una programmazione che permette a quella dei nerazzurri di essere una delle migliori cantere in Italia. Con la speranza di vedere ben presto all’opera i nuovi Santon, Balotelli, Destro ma anche Duncan, Crisetig e Benassi un grosso in bocca al lupo ai ragazzi di Vecchi.

    continue reading »

     
     
  • NextGenInter, ancora Benassi in cattedra

    NextGenInter, ancora Benassi in cattedra

    Torna a sorridere l’Inter di Mancini che con un sonoro 3 a 0 liquida il Palermo e scaccia almeno per un po’ gli incubi. Protagonista ancora Mauro Icardi che mette a segno una doppietta. 18 goal in campionato per lui che è appena un 93’. Domenica in chiaroscuro invece per i giovani canterani nerazzurri. Nel Cagliari sconfitto contro la Roma resta in panchina Lorenzo Crisetig mentre Zola concede solo qualche scampolo di partita a Samuele Longo che guida senza successo il forcing finale in cerca del pareggio. Il migliore della giornata è senz’altro marco Benassi che con il suo Torino vittorioso per 3 a 1 contro il Verona offre ancora una volta una prestazione di alto livello in mezzo al campo. Ventura ormai gli ha regalato le chiavi del centrocampo granata e il giovane talento nerazzurro sta ripagando la fiducia del tecnico partita dopo partita. Prestazione di qualità in mezzo al campo anche se manca ancora la confidenza con il gol. Non giocano nemmeno Bardi e Biraghi causa neve. Parma-Verona infatti sarà recuperata domani. In B resta in panchina Daniel Bessa in Bologna–Crotone 2-0 così come Mbaye. Buona invece la prestazione di Raffaele di Gennaro nonostante la sconfitta per 1 a 0 del suo Latina contro l’Avellino. E’ tornato invece dal prestito al Konyaspor e in cerca di squadra il portiere Vid Belec.

    continue reading »

     
     
  • NextGenInter: ottima prova di Benassi, passo indietro per Longo e Crisetig

    NextGenInter: ottima prova di Benassi, passo indietro per Longo e Crisetig

    Ancora una sconfitta per l’Inter di Mancini che non riesce a trovare la quadratura del cerchio. Unica nota positiva il buon esordio del giovane Puscas che ha provato a dare una mano al reparto avanzato nerazzurro. Una parabola crescente quella del giovane attaccante che sembra ormai entrato di fatto nei ranghi della prima squadra. Vediamo qual è stata la prestazione di quei giovani nerazzurri in prestito che sognano anche loro il passaggio tra i big. Partita da protagonista quella di Marco Benassi che con il suo Torino ha distrutto la Sampdoria di Miha per 5 a 1. Grande prova del centrocampista nerazzurro sempre più colonna portante della squadra di Ventura. Ottimi spunti, buona tecnica e anche un bel tiro. Peccato non aver concretizzato le tre chiare occasioni da gol ma per questa volta a segnare ci pensano i suoi compagni di squadra. Senz’altro il miglior giovane della giornata. Non sfigura nemmeno il compagno di primavera Alfred Duncan che gioca un tempo con i blucerchiati. Nonostante il pesante passivo, il ghanese è uno dei migliori dei suoi. Una belva in mezzo al campo. Chissà che il risultato non sarebbe stato diverso con lui in campo dal 1’. Ancora assenti Bardi e Biraghi nel Chievo. Situazione complicata soprattutto per il giovane portiere che in questa sessione di mercato è stato accostato a più squadre e che probabilmente rimarrà in gialloblu con la speranza di ritrovare il posto da titolare perduto. Maran permettendo. Prima da titolare per Simone Benedetti nella sconfitta del Cagliari contro la Sampdoria. La prestazione del giocatore tuttavia non è delle migliori e ha sul groppone il fatto di perdersi Biava in occasione dell’1 a 0. Un passo indietro anche per i gioiellini Crisetig e Longo. Il centrocampista non riesce a ragionare come suo solito in mezzo al campo e si trova spesso in difficoltà contro il centrocampo nerazzurro. L’attaccante di Valdobbiadene dopo le buone prestazioni delle partite precedenti gioca sottotono. Mai partecipe al gioco offensivo e inghiottito spesso e volentieri dai difensori dell’Atalanta. In B poco più di 20’ per Niccolò Belloni che non riesce ad aiutare la sua Pro Vercelli ad uscire dalla crisi di risultati con la vittoria che manca dal 20 dicembre. Subentrato a Fabiano non riesce a dare la scossa. Nella stessa partita buona primo tempo per Luca Garritano che però cala nella ripresa e non riesce a dare al suo Modena la spinta per agguantare la vittoria. Non gioca invece Bessa nel Bologna che vede l’esordio di Mbaye che gioca una buona partita. Bel colpo per il Latina di Di Gennaro che si impone per 3 a 2 contro il Livorno. Buona la prova del portierone nerazzurro che tuttavia non è impeccabile in occasione dei due gol.

    continue reading »

     
     
  • NextGenInter, ecco il weekend dei giovani nerazzurri in prestito

    NextGenInter, ecco il weekend dei giovani nerazzurri in prestito

    Prima giornata del girone di ritorno che più amara non poteva essere per l’Inter di Mancini. Beffata al 94’ da un Torino che per un’intera partita aveva costruito un vero e proprio fortino davanti alla propria porta allo scopo di conservare lo 0 a 0 fino alla fine. Dall’altro lato gode il giovane Marco Benassi che contro la sua ex-squadra gioca un’ottima partita. A tratti indemoniato ha voglia di dimostrare che l’Inter dovrebbe puntare anche su di lui per il futuro. Quantità ma non solo; dopo l’intervallo si presenta con due discese da centrocampo che rischiano di mettere in seria difficoltà i difensori nerazzurri. Ancora una vittoria per il Cagliari che dopo l’arrivo di Zola sembra rinato. Ancora fiducia dall’inizio per Samuele Longo. Meno prorompente rispetto alle precedenti uscite dà l’impressione di non poter reggere ancora da solo l’intero reparto offensivo. Aiuta comunque la manovra dei compagni con ripetuti appoggi e aperture. Prestazione positiva anche per Lorenzo Crisetig che tuttavia dopo un ottimo primo tempo cala nella ripresa. Resta in panca invece Benedetti. Sempre in panchina Bardi nella sconfitta del Chievo contro la Juventus. Un tempo invece per Cristiano Biraghi complice l’infortunio di Frey. Per il terzino scuola Inter tuttavia c’è poca possibilità di mettersi in mostro contro lo strapotere bianconero. Dopo l’ottimo secondo tempo disputato in Inter – Sampdoria di coppa Italia, piccolo passo indietro per Alfred Duncan che con il Palermo non riesce ad incidere come suo solito. Qualche palla per gli attaccanti che rimangono troppo isolati anche a causa sua che dovrebbe fare da collante tra il reparto avanzato e la difesa. Qualche punto in più nel primo tempo, ripresa sottotono come quella di tutta la squadra. In B parte dal 1’ Luca Garritano. Un’ottima prestazione quella dell’attaccante nerazzurro che si muove bene tra le linee offensive e va anche due volte vicino al gol. Una prestazione che di certo metterà in difficoltà Novellino nelle scelte relative al reparto avanzato. Prova incolore per Daniel Bessa nonostante la quarta vittoria consecutiva del suo Bologna. Il centrocampista brasiliano sbaglia l’approccio alla partita facendo rimpiangere l’assente Zuculini.

    continue reading »

     
     
  • NextGenerationInter, questo il riassunto dei giovani nerazzurri in prestito

    NextGenerationInter, questo il riassunto dei giovani nerazzurri in prestito

    Per un’Inter “grande” che arranca e non poco contro un modesto Empoli c’è una giovane Inter che invece sale agli onori della cronaca dopo la 19° giornata di campionato. Uno dei migliori in assoluto della due giorni di A è stato senz’altro Marco Benassi che ha ripagato la fiducia di Ventura con un’ottima prova contro il Cesena impreziosita anche da un gol. Quantità e qualità al servizio della squadra con la speranza di un girone di ritorno da vivere come protagonista. Una pagella da copia e incolla per Alfred Duncan che vola con la sua Samp al terzo posto. Prestazione da migliore in campo per il centrocampista ghanese che risulta sempre più perno fondamentale delle scacchiere di Sinisa Mihailovic. Telenovela infinita in casa Chievo con Bardi e Biraghi relegati ancora in panchina a guardare la squadra gialloblu soccombere contro la Fiorentina. E per il portiere c’è sempre più aria di addio. Non utilizzato anche Bianchetti in Empoli – Inter. Dopo la buona prova di domenica scorsa si ripete Samuele Longo autore di una buona prova contro l’Udinese e in cerca di continuità anche in zona gol. Leggermente meglio il compagno di “primavere” Crisetig che dopo qualche prestazione in chiaroscuro è tornato a dettare geometrie a centrocampo. Grande personalità e buon palleggio per il centrocampista, senz’altro uno dei migliori tra i suoi. In B buona prova per Di Gennaro che mantiene la porta inviolata contro un buon Vicenza. Brutta prestazione invece per Niccolò Belloni che non riesce ad incidere nel match del suo Pro Vercelli contro l’Avellino. Lo stesso si può dire anche per Luca Garritano che non riesce a dare al suo Modena lo sprint per provare ad agguantare la vittoria contro il Cittadella. 20’ di buon calcio invece per Daniel Bessa che contribuisce a mantenere il 2 a 1 finale per il suo Bologna contro il Perugia.

    continue reading »

     
     
  • NextGenInter, ecco il weekend dei nerazzurri in prestito

    NextGenInter, ecco il weekend dei nerazzurri in prestito

    Prova convincente dell’Inter di Mancini nella gara contro il Genoa valevole per la 18esima giornata di A. Curioso notare che al momento del cambio Medel-Khrin all’87’ erano tre i giocatori in campo provenienti dalla primavera nerazzurra. Senza contare Puscas, Donkor e Mbaye in panchina. Un segnale forte da parte di Roberto Mancini che cerca di puntare sempre più sui giovani. E a questo proposito, vediamo com’è andata la due – giorni di campionato per i ragazzi nerazzurri in prestito. Sempre più ostracizzati da Maran, Bardi e Biraghi del Chievo. Per il portiere in particolare si prospetta un gennaio con le valigie in mano in cerca di una squadra che gli dia fiducia e gli permetta di continuare il percorso di crescita verso i pali della prima squadra. Torna alla vittoria il Cagliari con una buona prova contro il Cesena. Contributo importante da parte dei nerazzurri in campo a partire da Crisetig che ha fornito una prestazione sufficiente davanti alla difesa e soprattutto Samuele Longo che sembra finalmente pronto a dare una svolta al suo campionato. Corre, si sbatte con numeri da applausi e va anche più volte vicino al gol per una prestazione super. Resta in panchina invece Benedetti. Buona anche la prova di Alfred Duncan in Sampdoria – Cesena 2 a 1. Tanta corsa per il centrocampista ghanese che esce dal campo stremato. Prova di qualità e quantità la sua, una vera e propria diga in mezzo al campo. Non entra in campo Bianchetti. Sabato sera un Milan in 10 viene graziato dal Torino che non approfitta della suepriorità numerica e si ferma sull’1 a 1.  Venti minuti per Marco Benassi che ha avuto anche il tempo di sfiorare un eruogol, spaccata e tiro al volo. Buona comunque la sua prova. Restano fermi i giovani in B per la sosta. All’estero buona prova di Vid Belec nell’1 a 1 del suo Konyaspor contro il Rizespor mentre resta in tribuna Lukas Spendlhofer nello Sturm Graz.  

    continue reading »

     
     
  • Inter primavera, i ragazzi di Vecchi pareggiano con il Cesena

    Inter primavera, i ragazzi di Vecchi pareggiano con il Cesena

    Secondo pareggio consecutivo per la Primavera di Stefano Vecchi che, nell’undicesima giornata del campionato di categoria, esce con un punto dal campo del Cesena. 1-1 il risultato finale, con Steffè che risponde al rigore di Moncini. In apertura di match è il Cesena che prova a spingere sull’acceleratore, ma gli sforzi della formazione romagnola producono solo due conclusioni dalla distanza che non possono impensierire Radu. L’Inter studia l’avversario e, con il passare dei minuti, guadagna campo: la prima vera occasione del match capita sui piedi di Puscas (9′) che, dopo aver vinto il duello con Saporetti e Venturini, calcia da distanza ravvicinata trovando la risposta di Iglio. Al 21′ il numero uno cesenate si ripete, bloccando in due tempi la bordata rasoterra di Camara. Un minuto più tardi la squadra di casa si ripresenta nell’area nerazzurra: cross insidioso dalla sinistra, Radu non riesce ad allontanare in tuffo ma Dal Monte fallisce il tap-in vincente.  Al 25′ la partita si accende: contatto dubbio in area tra Radu e Moncini; per il direttore di gara è calcio di rigore e cartellino giallo per l’estremo difensore romeno. Sul dischetto si presenta lo stesso Moncini, che non sbaglia: 1-0 per il Cesena. La reazione dei nerazzurri è immediata: al 28′ Gyamfi viene steso in area da Mordini; per Di Martino ci sono ancora gli estremi per il penalty. Dagli undici metri Puscas si fa ipnotizzare da Iglio, ma sulla respinta è bravissimo Steffè, che anticipa tutti e sigla l’1-1. I ragazzi di Vecchi provano a sfruttare l’onda emotiva ma, pur tenendo in mano le redini del gioco, non riescono a creare pericoli alla retroguardia romagnola. Il primo tempo si chiude così senza particolari sussulti. La ripresa si apre con l’Inter all’attacco. Al 48′ bella discesa di Puscas sulla sinistra: il cross del numero nove nerazzurro, deviato dalla retroguardia avversaria, finisce sui piedi di Baldini che da distanza ravvicinata tenta il colpo di tacco trovando la risposta d’istinto di Iglio. Il Cesena tiene bene il campo, ma dieci minuti più tardi è ancora l’Inter ad andare vicinissima al vantaggio: destro spettacolare di Gyamfi dal limite dell’area, con Iglio che devia quel tanto che basta per mandare il pallone sulla traversa. Al 63′ Vecchi prova a dare nuova linfa al tridente nerazzurro inserendo Baldini al posto di Ventre, ma nella fase centrale del secondo tempo regna l’equilibrio. L’unico squillo degno di nota porta la firma di Puscas che, all’82’, prova a sorprendere Iglio con una conclusione al volo dalla distanza ma non centra la porta. Le due squadre tengono bene il campo e la partita si trascina verso il novantesimo senza ulteriori emozioni.  Per la Primavera nerazzurra appuntamento a mercoledì prossimo: trasferta a Firenze per gli ottavi di finale di Tim Cup. CESENA-INTER 1-1 Marcatori: Moncini (26′ rig.), 29′ Steffè CESENA: 1 Iglio; 2 Zamagni (11′ Gabrielli), 5 Saporetti, 6 Venturini, 3 Fabbri; 10 Valzania, 4 Gaiola, 11 Mordini; 8 Yabre; 9 Moncini, 7 Dal Monte (78′ Gasperi). A disposizione: 12 Carroli, 13 Magrini, 15 Fagioli, 16 Pompei, 17 Pierfederici, 19 Bartolini, 20 Raffini, 21 Severeini, 22 Vitellaro, 23 Maiorana. Allenatore: Giuseppe Angelini  INTER: 1 Radu; 2 Gyamfi, 5 Sciacca, 6 Yao, 3 Miangue;10 Gnoukouri (52′ Rocca), 4 Dabo, 8 Steffè; 7 Camara (73′ Palazzi), 9 Puscas, 11 Baldini (63′ Ventre). A disposizione: 12 Costa, 13 Pinton, 14 Della Giovanna, 15 Crosato, 16 Dimarco, 19 Delgado, 20 Appiah, 22 Romney. Allenatore: Stefano Vecchi  Ammoniti: Radu (25′), Fabbri (44′), Saporetti (52′) Arbitro: Di Martino di Teramo Assistenti: Saccenti e Liberato Angotti fonte: inter.it

    continue reading »

     
     
  • Next Generation Inter, questo il week-end dei nerazzurri in prestito

    Next Generation Inter, questo il week-end dei nerazzurri in prestito

    Termina la prima giornata dopo la sosta per le nazionali. L’Inter del Mancio 2.0 agguanta un buon pareggio nel derby contro il Milan. Il gol nerazzurro è stato siglato da Joel Obi prodotto della cantera nerazzurra. Week end amaro per gli altri giovani talenti nerazzurri che probabilmente avrebbero voluto vivere una serata come quella del nigeriano. Buona prova del Cagliari di Zeman che riesce a fermare il Napoli in casa sul 3 a 3. Dei nerazzurri della squadra del boemo scende in campo soltanto Lorenzo Crisetig che non riesce a dare il suo solito apporto. Partita timida la sua nonostante la buona prova dei suoi compagni. Restano in panchina Bendetti e Longo. Ancora fuori Benassi nel Torino di Ventura che impatta contro un buon Sassuolo. Differenziato per il giovane centrocampista che ancora non si è ripreso dall’infortunio subito nello scorso match di Europa League. Non scendono in campo nel pareggio tra Cesena e Sampdoria, Garritano e Duncan fuori per scelta tecnica. Ancora fuori Francesco Bardi sempre più un mistero in casa Chievo dove rimane fuori anche il l’esterno Cristiano Biraghi. In serie B gioca 86’ Daniel Bessa. Buona prestazione quella del centrocampista del Bologna che però macchia la sua prestazione con un cartellino giallo.

    continue reading »

     
     
  • Next Generation Inter, questo il week-end dei nerazzurri in prestito

    Next Generation Inter, questo il week-end dei nerazzurri in prestito

    Si conclude il weekend di campionato con un’Inter ancora tribolante e una classifica sempre più definita. Andiamo a vedere com’è andata per i giovani talenti in prestito. Giornata di campionato che si in verità si chiude con pochi acuti i canterani nerazzurri. Partiamo proprio dalla massima serie. Situazione anomala in casa Chievo con Maran che preferisce ancora una volta l’esperto Bizzarri al talento Bardi per il match vittorioso contro il Cesena. A questo punto la sua esclusione sembra sempre più una bocciatura con il giovane portiere alla seconda panchina consecutiva dopo quella contro il Sassuolo. Panchina anche per Biraghi che dopo il match da titolare contro i neroverdi ha dovuto guardare i compagni di squadra dalla panchina. Nel Cesena, 15 minuti senza infamia né lode invece per Luca Garritano. Pochi minuti anche per Matteo Bianchetti che entra all’85’ di un delicatissimo Empoli – Lazio con la sua squadra in vantaggio per 2 a 1. Sarri lo inserisce per difendere il fortino dall’assalto finale dei biancoazzurri. Missione compiuta. Aria di derby invece per Alfred Duncan impegnato per 67’ con la Sampdoria contro il Milan. Alla sua seconda consecutiva da titolare, il ghanese non ha spinto come suo solito andando spesso e volentieri in sofferenza contro il centrocampo rossonero come dimostra anche il cartellino giallo a metà secondo tempo per un brutto fallo su Essien. Rimandato. In un Cagliari che deve fare a meno di Crisetig, fuori per squalifica, Zeman decide di concedere una buona mezzora a Samuele Longo che non ripaga la fiducia del tecnico divorandosi letteralmente un gol su respinta di Perin dopo il rigore parato ad Avelar. Goal che poteva valere il 2 a 1 e chissà, anche le grazie del mister che ad oggi sembra vederlo poco. Fuori anche Benassi dopo l’infortunio rimediato in Europa League che assiste inerme alla debacle del suo Torino contro la Roma. In serie B, sbatte contro una grande prestazione di Gabriel il portiere del Carpi, il Bologna di Daniel Bessa. Buona prova per lui che, in questa stagione, sta confermando tutte le sue potenzialità. Nel Prato, convincente vittoria del Prato contro il Forlì e ottime prestazioni di Andrea Bandini (90’), Lorenzo Tassi (90’), Simone Pasa (67’). Pochi minuti invece per Andrea Romanò (19’). All’estero Vid Belec crolla con il suo Konyaspor contro il Trabzonspor che si impone per 3 a 2. Non se la passa bene nemmeno Patrick Olsen ancora in tribuna nello Stromgodset.

    continue reading »