• Parma-Inter: i convocati di Donadoni

    Parma-Inter: i convocati di Donadoni

    Ecco la lista dei 23 convocati del Parma per la partita di domani sera contro l’Inter, allo stadio “Tardini” alle 20.45 Portieri: Coric, Iacobucci, Mirante. Difensori: Costa, De Ceglie, Felipe, Gobbi, Lucarelli, Mendes, Ristovski, Rispoli, Santacroce. Centrocampisti: Acquah, Ghezzal, Lodi, Lucas Souza, Mariga, Mauri, Sarr. Attaccanti: Coda, Cassano, Jeraldiño, Palladino.

    continue reading »

     
     
  • Qui Appiano Gentile – seduta tecnico tattica

    Qui Appiano Gentile – seduta tecnico tattica

    Sessione d’allenamento pomeridiana per l’Inter di Walter Mazzarri. Al centro sportivo “Angelo Moratti”, in una giornata limpida e soleggiata, la squadra, dopo il riscaldamento, si è concentrata su esercitazioni tecnico-tattiche. Terminato il lavoro, la partenza per Parma. Fonte: inter.it

    continue reading »

     
     
  • Milan-Inter, info settore ospiti

    Milan-Inter, info settore ospiti

    F.C. Internazionale comunica ai propri tifosi che a partire dalle ore 11.00 di lunedì 3 novembre saranno messi in vendita i biglietti del Secondo Anello Verde, riservati ai tifosi interisti, per il derby Milan-Inter di domenica 23 novembre alle ore 20.45. Il prezzo del biglietto è di 28 euro, oltre i diritti di prevendita. La vendita è riservata ai soli possessori della tessera “Siamo Noi” e avverrà tramite il circuito Vivaticket: alla pagina www.inter.it/puntivendita è possibile consultare la rete dei punti vendita, distribuita su tutto il territorio nazionale. È inoltre possibile acquistare i biglietti del settore ospiti tramite il sito www.vivaticket.it, in modalità “print at home”: sarà necessario inserire il numero della tessera “Siamo Noi” per poter completare l’acquisto. Fonte: inter.it

    continue reading »

     
     
  • Mazzarri e i bastoni a Reggio: “Non volevo mancare di rispetto”

    Mazzarri e i bastoni a Reggio: “Non volevo mancare di rispetto”

    Qualche giorno dopo la sofferta vittoria della sua Inter a Cesena, Walter Mazzarri aveva rilasciato una dichiarazione nella quale, su precisa domanda riguardante i fischi di San Siro, aveva replicato: «Da altre parti avevo pressioni anche quando andavo per strada. Mi ricordo a Reggio Calabria, ho avuto la polizia che mi ha scortato fino a casa dopo aver perso un derby, mi tiravano bastoni». La risposta non è ovviamente piaciuta ai tifosi amaranto che tanto lo hanno amato ai tempi in cui guidava la Reggina: tre salvezze di fila in Serie A, una delle quali miracolosa poiché la squadra di Foti partiva con ben 11 punti di penalizzazione. Insomma, il tecnico di San Vincenzo era stato quasi santificato. Dunque, com’era prevedibile, i reggini si sono scatenati sul web. Pioggia di insulti su facebook e twitter. Gente che urlava al tradimento. Mazzarri ha quindi rilasciato un’intervista a “L’Ora siamo noi”, nella quale ci tiene a fare una doverosa precisazione: «Non volevo assolutamente mancare di rispetto alla Reggina e alla città di Reggio con le mie parole dell’altro giorno in un’intervista del post gara di Cesena. Sarebbe davvero un controsenso per me. Lì ho passato una delle esperienze professionali più intense della mia carriera. E non sarebbe stato così se, insieme a me e alla squadra, non ci fossero stati quei tifosi. Loro, in certi versi, mi somigliano: mettono passione e dedizione per la propria squadra». Pace fatta, si spera. Ma per Walter Mazzarri non c’è mai pace.

    continue reading »

     
     
  • Iacchetti: “A nessuno piace Thohir. Mi ha tolto la tessera”

    Iacchetti: “A nessuno piace Thohir. Mi ha tolto la tessera”

    Parole molto pesanti quelle pronunciate da Enzo Iacchetti alla trasmissione radiofonica Un Giorno da Pecora. Il comico lombardo ha attaccato il Presidente dell’Inter Erick Thohir in maniera diretta e sincera, anche se traspare una profonda delusione personale. “Contro la Samp ho goduto perché quando giochi male e vinci al 94′ godi di più, ti sembra di essere juventino.  Thohir? A nessuno piace, mi ha tolto la tessera per andare allo stadio. Non so se è stato lui o il suo staff. Non so poi che vip porterà in tribuna, porterà i giapponesoni. Saranno vip gli indonesiani. Non spende? Si vede che ha finito i soldi che ne so. A me Thohir non piace ma non piace a nessuno dei nerazzurri. Non mi piace perché non parla italiano, compri una cosa in Italia e impara almeno ‘buongiorno’ e ‘buonasera’. Io mi tenevo stretto il Morattone. E poi l’hanno offeso anche ultimamente”. Continuano così gli insulti verso il Presidente dell’Inter che probabilmente ora dovrà rispondere a questo brutto clima che si sta creando, nonostante le parole di ieri del Presidente della Lega Serie A Beretta che ha preso le difese del tycoon indonesiano.

    continue reading »

     
     
  • GdS- Tacopina (Presidente Bologna): “Ho convinto io Thohir a comprare l’Inter”

    GdS- Tacopina (Presidente Bologna): “Ho convinto io Thohir a comprare l’Inter”

    Interessante retroscena quello raccontato dalla Gazzetta dello Sport in edicola oggi. Sarebbe stato Joe Tacopina, neo-presidente del Bologna a convincere Erick Thohir a comprare l’Inter. “Lo conosco bene, facciamo parte della Global Sport Summit, un’associazione internazionale per i proprietari dei club, io sono nel consiglio direttivo. Ci siamo visti un paio di anni fa ad Aspen, gli ho parlato io del calcio italiano, gli ho spiegato che sarebbe stata una buona opportunità, lui ha capito e ha preso l’Inter” Tacopina stima molto il Presidente dell’Inter: “E’ un uomo di successo, all’Inter si è circondato di ottime persone e ha realizzato uno staff eccellente. Ci vuole tempo, conta il progetto, non i risultati del presente” Il Presidente del Bologna stima anche il modello adottato da Pallotta a Roma: “E’ stata dura farlo capire alla piazza, ma ora avete visto? Se io a Bologna avessi perso le prime tre, sarei andato dritto comunque, senza paura: conta il progetto, non un risultato”

    continue reading »

     
     
  • Parma-Inter, parla Donadoni: “Non sprechiamo questa chance in casa”

    Parma-Inter, parla Donadoni: “Non sprechiamo questa chance in casa”

    Il Parma di Donadoni in questa stagione non è partito col piede giusto, non per questo bisogna sottovalutarlo, anzi, cercherà con ancora maggior foga i 3 punti. I gialloblu vengono dalla sconfitta con il Torino, partita nella quale, però, non hanno demeritato. Ecco le dichiarazioni del tecnico Donadoni. “Cassano? Il suo atteggiamento positivo è un motivo trainante per i compagni. Abbiamo l’ ennesima occasione in casa, cerchiamo di non regalarla come nelle precedenti partite“. Visto il momento non felice della squadra, chiedono a Donadoni se questa situazione ha fatto si che si incrinasse il rapporto con il presidente Ghirardi: “Con il presidente mi sento due o tre volte alla settimana, non è cambiato assolutamente nulla”. Infine un invito a ripartire dalle cose positive viste nell’ ultimo match: “L’ interpretazione del secondo tempo di Torino è quella giusta”. Lo scorso anno, dopo il rocambolesco 3-3 dell’ andata a San Siro, nel ritorno a Parma i nerazzurri si sono imposti per 0-2 grazie a Rolando e Guarin. Riuscirà Donadoni a “vendicare” i risultati dello scorso anno e, soprattutto, a far risalire il Parma in classifica? Fonte dichiarazioni: Profilo ufficiale Twitter

    continue reading »

     
     
  • Panorama- San Siro vuoto e silenzioso

    Panorama- San Siro vuoto e silenzioso

    I dati esposti dalla rivista “Panorama” sono un campanello d’allarme che la gestione Thohir non deve sottovalutare. Il tifo a San Siro è in calo, lo stadio è freddo e sempre più vuoto. Lo disse anche Mourinho, ai tempi, che il pubblico molte volte non fa la differenza, che non sembra di giocare in casa. E quando non si tifa ci sono i fischi, gli stessi che hanno costretto lo speaker del Meazza a non citare i nomi degli allenatori durante le formazioni, per evitare che Mazzari ne venga travolto. I dati- L’Inter sembra aver superato il momento più difficile di questo inizio di stagione, ma Giovanni Capuano ci illustra quelli che sono i dati di afflusso allo stadio fino al giorno della partita contro la Sampdoria: “Per vedere i nerazzurri battere la squadra di Mihajlovic si sono mossi in 28.057, primato negativo dell’anno con crollo evidente rispetto alla stessa partita di un anno fa, quando a San Siro si erano staccati 43.607 tagliandi tra paganti e abbonati. Un calo del 35%”. Prosegue il giornalista di Panorama “Mettendo in fila i numeri delle prime cinque partite casalinghe di questa stagione, e confrontandoli con le stesse sfide di un anno fa , la perdita complessiva è di 32.796 spettatori, che percentualmente porta a un preoccupante -16%. Il primato di presenze, confermato anche nella passata stagione di 46.246 è lontanissimo: oggi l’Inter si ferma a 33.889 e  a fare flop è prima di tutto la campagna abbonamenti, della quale non viene ancora fornito il dato ed è ancora aperta”. Le perdite- Il settimanale conclude con una stima circa le perdite che il club può subire se il trend non dovesse essere invertito. “Il problema è di natura economica perchè di questo passo Thohir e i suoi uomini dovranno segnare una pesante minusvalenza rispetto allo scorso anno. Se il trend non dovesse essere invertito in fretta, si può ipotizzare una perdita di ricavi da stadio di circa 3-4 milioni, rispetto ai 17,5 del bilancio dello scorso anno. Un problema in più per una società che sta cercando di ottimizzare ogni aspetto della propria strategia finanziaria, per tornare in equilibiro e superare il test davanti alla Uefa, che contesta lo sforamento dei parametri del fair play finanziario”.

    continue reading »

     
     
  • TS – Pronto il rinnovo a Icardi

    TS – Pronto il rinnovo a Icardi

    Dopo Kovacic ora l’Inter vuole blindare anche Icardi.  Prima del match di mercoledì si è verificato l’incontro tra Abian Morano, procuratore dell’argentino, e il ds Piero Ausilio: una riunione in cui il responsabile dell’area tecnica ha spiegato al procuratore che l’Inter, come giusto riconoscimento per quanto fatto dal ragazzo, intende adeguargli l’attuale stipendio da novecentomila euro più bonus allo status di centravanti dell’Inter. Morano, che poi ha assistito al match con la Samp dalla tribuna, è tornato alle Canarie (dove vive) ma presto farà ritorno a Milano per nuovi incontri già programmati. L’Inter, essendo il contratto di Icardi in scadenza nel 2018, non ha fretta ma non si fa certo peccato a pensare che entro un mese sarà già tempo di annunci. Intanto Icardi, grazie all’uno-due dal dischetto con Cesena e Sampdoria (che ha fruttato 6 preziosissimi punti per l’Inter) dopo appena 14 partite ha già raggiunto 9 gol, ovvero quanto segnato nella prima stagione interista (ma grazie a 23 presenze). Al prossimo, scatterà un bonus da 50mila euro previsto nell’attuale accordo. L’obiettivo dei nerazzurri è chiaro: evitare che il rinnovo di Icardi possa diventare un problema sul fronte calciomercato e, di conseguenza, creare problemi all’interno dello spogliatoio.   Fonte: Tuttosport    

    continue reading »

     
     
  • Parma-Inter, arbitra Rizzoli

    Parma-Inter, arbitra Rizzoli

    Il sito dell’ AIA ha appena riportato i nomi della terna arbitrale per la partita Parma-Inter di domani sera al Tardini. Arbritro: RIZZOLI Guardalinee: BIANCHI; LONGO Quarto Uomo: DOBOSZ Addizionale1: PERUZZO Addizionale2: CHIFFI

    continue reading »