web counter
  • Cm.com – Spunta De Maio come nuovo obiettivo nerazzurro per la difesa

    Cm.com – Spunta De Maio come nuovo obiettivo nerazzurro per la difesa

    E’ risaputo che l’Inter lavorerà nel corso del mercato estivo anche e soprattutto per sistemare il reparto difensivo, quello che forse nelle ultime stagioni è stato più in difficoltà e che soprattutto nell’annata in corso è mancato di sicurezza e equilibrio. Il club nerazzurro si è già assicurato l’arrivo del colombiano Jeison Murillo ma potrebbe essere alla ricerca anche di un altro tassello per completare il parco dei centrali di difesa, soprattutto nel caso dovesse partire uno fra Andreolli, Vidic o Juan Jesus. Ecco che Calciomercato.com riporta come l’Inter sarebbe sulle tracce di Sebastian De Maio, difensore del Genoa e autore di una buona stagione in maglia rossoblu. Centrale francese classe 1987, quest’anno per lui 27 presenze e 1 rete con il Grifone e un contratto in scadenza 2017 che lo rende appetibile per numerose società. Secondo quanto registrato dal portale, su di lui ci sarebbe anche l’interesse del Milan ma l’Inter potrebbe avere un piccolo vantaggio nel fatto che il Genoa sembrerebbe intenzionato a trattare il nerazzurro Joel Obi per la prossima stagione e il nigeriano potrebbe dunque rivelarsi una valida contropartita per arrivare al difensore.

    continue reading »

     
     
  • Inter-Jovetic, ancora passi avanti nella trattativa. L’incontro con l’agente..

    Inter-Jovetic, ancora passi avanti nella trattativa. L’incontro con l’agente..

    L’Inter e Jovetic, Jovetic e l’Inter. Due nomi che ormai da mesi vengono accostati con insistenza con i nerazzurri fortemente interessanti al montenegrino del Manchester City che a più battute è stato vicino a vestire la casacca milanese, come rivelato dallo stesso Ausilio di recente. Adesso, come rivelato da GianlucaDiMarzio.com, la trattativa è viva e prosegue seppur a piccoli passi fra le parti in causa. Sono stati fruttuosi gli incontri degli ultimi giorni fra la dirigenza nerazzurra e l’entourage dell’ex attaccante della Fiorentina e l’accordo sembra davvero vicino. Anche il giocatore, classe 1989, gradirebbe un ritorno in Italia per rilanciarsi dopo l’esperienza poco fortunata in Inghilterra. Una volta limati tutti i dettagli sul fronte giocatore, l’Inter inizierà a trattare con i Citizens con i quali però c’è già una base concreta su cui impostare l’affare con una formula molto simile a quella che ha portato a gennaio Shaqiri ossia un prestito con obbligo di riscatto fissato a una cifra fra i 15 e i 18 milioni di euro. L’asse Milano-Manchester inizia a farsi caldissimo, Stevan Jovetic non è solo un’idea ma una pista concreta che la società nerazzurra sta percorrendo per regalare a Roberto Mancini il primo tassello della sua nuova Inter.

    continue reading »

     
     
  • Cm.com – Ipotesi di scambio Taider-Vrsaljko per far sorridere i bilanci

    Cm.com – Ipotesi di scambio Taider-Vrsaljko per far sorridere i bilanci

    Calciomercato.com si sofferma sull’asse di mercato Inter-Sassuolo che questa estate potrebbe diventare molto caldo. Le due società dovranno infatti sedersi a discutere del riscatto di Saphir Taider che quest’anno ha collezionato 22 presenze con i neroverdi condite con 2 gol. Per il giocatore algerino il prezzo del cartellino fissato attualmente sui 7 milioni, troppi per gli emiliani che richiedono un ingente sconto. Le parti si potrebbero avvicinare inserendo nella trattativa il terzino croato Sime Vrsaljko, che da tempo è seguito in corso Vittorio Emanuele e causa anche alcuni problemi muscolari non riesce a trovare spazio. L’Inter si sa, è alla ricerca di terzini dato che sono in uscita molti terzini come Nagatomo e Dodò oltre a Jonathan e Campagnaro che in estate sicuramente lasceranno la società nerazzurra. Inoltre la colonia croata e balcanica presente già in rosa aiuterebbe il classe ’92 ad ambientarsi velocemente. Questa trattativa sarebbe una mano santa per i bilanci delle due squadre, per i nerazzurri che per il centrocampista algerino avevano pagato al Bologna 6 milioni e per i neroverdi che avevano versato nelle casse del Genoa 3,5 milioni per Vrsaljko (ma dovendo ancora alla squadra di Preziosi il 40% sulla rivendita del giocatore). Con uno scambio alla pari da 7 milioni (il valore del riscatto) le società sistemerebbero il loro organico con una plusvalenza significativa.

    continue reading »

     
     
  • Cm.com – Inter, il nome nuovo per l’esterno d’attacco è Iago Falque

    Cm.com – Inter, il nome nuovo per l’esterno d’attacco è Iago Falque

    Insieme a Diego Perotti è tra le rivelazioni del Genoa di Gasperini, stiamo parlando di Iago Falque, giocatore risorto con i rossoblu in questa stagione di tutto rispetto per il Grifone. Dalla cantera del Barcellona alla Juventus in attesa del salto di qualità Iago Falque è sempre rimasto in attesa del salto di qualità, come riporta Calciomercato.com, dalla vittoria dell’europeo Under 17 con la Spagna al secondo posto nel mondiale di categoria del 2007 sino a due Tornei di Viareggio con la maglia bianconera ma mai soddisfazione di debuttare in prima squadra. Cosi il pellegrinaggio di Falque l’ha portato a vestire le maglie di Totthenham e Southampton ma anche in Premier nessuna gioia, fino ad Almeria e Rayo Vallecano in Liga dove finalmente gioca con continuità e viene osservato dal Genoa. I Grifoni investono 2 milioni per un giocatore che dà l’impressione di avere margini di crescita impressionanti, e la valutazione attuale è già salita tra gli 8 e i 10 milioni, non troppi per un esterno classe 1990 che si è adattato alla perfezione alla Serie A, avendo già segnato 8 reti in questo campionato. Gli osservatori di Roberto Mancini hanno segnalato Iago Falque in occasione della gara con il Cagliari, visionando Mpoku son rimasti impressionati dallo spagnolo di Vigo che per età e caratteristiche tecniche sarebbe perfetto nel 4-2-3-1 che ha in mente Mancini per la prossima stagione, col club che ancora non ha fatto un passo ufficiale ma col nome già sul taccuino di Ausilio.

    continue reading »

     
     
  • Goal.com – Bacca lascerà il Siviglia in estate, sarà sfida Inter-Milan

    Goal.com – Bacca lascerà il Siviglia in estate, sarà sfida Inter-Milan

    Un nome che già in passato è stato accostato a molte squadre italiane è quello di Carlos Bacca, attaccante colombiano di 28 anni del Siviglia. Una punta di livello, titolare nella Colombia e che con il club spagnolo ha vinto da protagonista l’Europa League nella scorsa stagione. La punta sudamericana, secondo quanto riportato dal portale Goal.com, in estate dirà addio al Siviglia alla ricerca di una nuova sfida. Potrebbe a questo punto diventare un’idea concreta per le milanesi in quanto il Milan non dovrebbe riscattare Destro e in quel caso sarebbe alla ricerca di un 9 per la prossima stagione ma anche l’Inter avrà bisogno di 1-2 tasselli per completare il reparto offensivo e quello di Bacca sarebbe un profilo interessante. Gli scogli per eventuali trattative sono rappresentati in primis dall’elevato costo del cartellino che si aggira intorno ai 20 milioni, anche perchè il giocatore ha un contratto in scadenza nel 2018. Inoltre non mancano estimatori in tutta Europa per l’ex punta del Bruges e sembra forte l’interesse della Premier League con in pole Liverpool e Tottenham che sarebbero pronte ad accontentare le richieste del club iberico. Per Bacca questa stagione 31 presenze e 17 gol nella Liga mentre a livello complessivo ha disputato 45 partite segnando 20 reti. 

    continue reading »

     
     
  • GianlucaDiMarzio.com – Tourè mission (quasi) impossible, l’Inter ha pronto il piano B

    GianlucaDiMarzio.com – Tourè mission (quasi) impossible, l’Inter ha pronto il piano B

    Secondo il portale gianlucadimarzio.com, l’Inter sta preparando la rivoluzione per la prossima stagione, quella del riscatto dopo le ultime annate molto deludenti vissute fra speranze e continui buchi nell’acqua. I giocatori sotto la lente del Ds Piero Ausilio sono tanti e sicuramente il più grande obiettivo al momento per l’Inter è quello di Yayà Tourè, intramontabile sogno di tecnico e tifosi ma che al momento resta un’opzione molto difficile perchè il City è un club ostico con cui trattare e sebbene l’ivoriano conosca bene Mancini, questo non può bastare per rendere l’affare agevole. Sarà necessario valutare il desiderio del centrocampista di misurarsi in una nuova avventura e soprattutto le richieste del Manchester City sommate all’ingaggio elevatissimo di Tourè che supera di molto le possibilità economiche dell’Inter. A questo punto è inevitabile preparare delle piste alternative per non farsi trovare sguarniti di idee. Non è mai stata abbandonata la pista Lucas Leiva, già pallino del tecnico per il mercato di gennaio e non certo della permanenza al Liverpool. Un altro profilo tenuto sott’occhio è Alexandre Song, centrocampista camerunense in forza al West Ham e di proprietà del Barcellona, dove a fine stagione tornerà per discutere il suo futuro. I nomi sono tanti e l’attuale situazione economica obbliga a fare scelte oculate sia per una questione di cartellino che ovviamente per dare a Mancini i giocatori migliori per il suo progetto tecnico che verrà. L’Inter è in fase di studio per programmare il suo futuro.

    continue reading »

     
     
  • TS – Nerazzurri con gli occhi puntati in Asia fra merchandising e..calciomercato

    TS – Nerazzurri con gli occhi puntati in Asia fra merchandising e..calciomercato

    E’ risaputo fin dal suo arrivo come presidente dell’Inter che Erick Thohir punta fortemente sul mercato asiatico per rinforzare il nome dell’Inter e aumentarne gli introiti grazie alla passione dei supporters d’oriente. Non è una coincidenza che la dirigenza nerazzurra abbia già pianificato la prossima tournèe estiva proprio in Cina, nella speranza di aumentare ulteriormente il proprio appeal in una zona geografica dal grande potenziale. Come registrato da TuttoSport nell’edizione odierna, l’Inter si starebbe concentrando oltre che sulla questione legata al merchandising, anche ad alcuni profili di giocatori che potrebbero rivelarsi interessanti per il progetto-Inter. Il primo nome è quello di Linpeng Zhang, terzino destro del Guangzhou allenato da Fabio Cannavaro che però viene valutato ad una cifra considerevole: 8 milioni. Un giocatore classe 1989 con già una discreta esperienza internazionale con 44 presenze e 4 reti nella nazionale cinese mentre con il club prima allenato da Marcello Lippi ha totalizzato in tutto 133 partite condite da 12 reti e 19 assist. Zhang può essere impiegato anche come esterno destro di centrocampo o in caso di emergenza persino come difensore centrale. L’altro nome dal sapore d’oriente è quello di Yoshinori Muto, attaccante 22enne del Tokio FC, club nipponico allenato dall’italiano Massimo Ficcadenti. Una punta moderna, in grado di svariare lungo tutto il fronte d’attacco infatti può essere impiegato sia come prima punta che come ala in un 4-3-3. Dal 2013 gioca nel club della capitale con cui ha disputato 43 partite e segnato 17 reti. Il valore di mercato si aggira attorno ai 6-7 milioni e solo per capire quanto questo giocatore goda di stima a livello internazionale, su di lui è forte l’interesse del Chelsea con Josè Mourinho che vorrebbe portarlo in Inghilterra per farlo crescere ancora. Sicuramente per l’Inter riuscire ad acquistare almeno uno di questi due giocatori darebbe una spinta immensa soprattutto alla passione dei tifosi nerazzurri presenti in Asia.

    continue reading »

     
     
  • Cm.com – Van Persie, a giugno sarà addio-United. Mancini lo chiama in nerazzurro?

    Cm.com – Van Persie, a giugno sarà addio-United. Mancini lo chiama in nerazzurro?

    Il weekend appena trascorso ha lasciato grandi sorrisi sia in casa Inter, vittoriosa in quel di Verona e ora più serena nel preparare al meglio il derby con il Milan. Una stracittadina che a Manchester è stata appena vissuta e ha visto il Manchester United battere i cugini del City, decretando le chiavi della città ai Red Devils che hanno così potuto consolidare il terzo posto (l’Arsenal secondo dista solo 1 punto) e allontanare proprio i Citizens ora distanti 4 punti. Ma ai festeggiamenti post-partita non ha partecipato Robin Van Persie, recuperato dall’infortunio alla caviglia, ma lasciato in tribuna. Il giocatore olandese, a questo punto ex pupillo di Van Gaal, ha un contratto in scadenza a giugno 2016 e questa potrebbe essere l’ultima stagione con la maglia dei Red Devils. Il tecnico del Manchester United, secondo quanto riportato da Calciomercato.com, ha in mente una vera e propria rivoluzione in attacco e oltre al mancato riscatto di Radamel Falcao è pronto a concedere a Van Persie la libera uscita dal club con un anno di anticipo e questa rescissione contrattuale aprirebbe per la punta ex-Arsenal e Feyenoord un incredibile scenario di mercato. Roberto Mancini è infatti un suo estimatore fin dai tempi del Manchester City, quando provò a strapparlo all’Arsenal ma, alla fine, la spuntò proprio il Manchester United. Oggi l’affare è di nuovo possibile, perchè prelevandolo a parametro zero, l’Inter potrà concentrarsi solamente sul capitolo ingaggio, decisamente oneroso, ma abbordabile per un giocatore che, arrivato a 31 anni di età, potrà spalmare gli 8 milioni che dovrebbe percepire dallo United nel suo ultimo anno di contratto su un triennale da 3 milioni netti all’anno.

    continue reading »

     
     
  • Goal.com – Inter-Ayew lontani, torna in auge il nome di M’Poku

    Goal.com – Inter-Ayew lontani, torna in auge il nome di M’Poku

    Per tornare in alto nella prossima stagione i nerazzurri hanno i radar sempre accesi su ogni campo. Non solo nomi di prima fascia perchè Mancini sa benissimo che i grandi risultati possono passare anche da giocatori non di cartello ma molto funzionali al suo gioco. L’Inter è attenta a 360 gradi sul mercato con Piero Ausilio che, come riportato dal portale Goal.com, ha mandato il suo braccio destro, Massimo Mirabelli, nello scorso weekend a Marassi (Genoa-Cagliari) per visionare da vicino le prestazioni di Lorenzo Crisetig e Paul José M’Poku. Il primo è nerazzurro di proprietà, al Cagliari in prestito; il secondo invece merita un approfondimento. Con Mirabelli che ha voluto seguirlo ancora dal vivo perché è stata l’Inter la regista di questa operazione con il Cagliari. M’Poku, infatti, doveva arrivare proprio all’Inter nello scorso inverno, quando il fondo che ne gestisce il cartellino ha dato la disponibilità alla cessione ma un piccolo intoppo aveva bloccato la trattativa. Ausilio, infatti, aveva praticamente chiuso lo scambio con l’Al-Arabi inserendo Joel Obi come pedina nell’affare; il nigeriano però ha rifiutato la destinazione e a quel punto M’Poku è rimasto fermo. Così il dt nerazzurro ha consigliato il giocatore al Cagliari, alla ricerca di un jolly offensivo vista la cessione di Ibarbo alla Roma; un’operazione avvenuta sotto il controllo nerazzurro e con il presidente dei sardi Giulini che si è assicurato il belga per 2 milioni di prestito più diritto di riscatto anche con l’aiuto dell’Inter. Il club meneghino, in pratica, ha una sorta di opzione su di lui: qualora volesse, potrebbe prenderlo dal Cagliari. Un passo importante che il classe ’92 deve meritarsi, per questo gli scout nerazzurri lo stanno visionando da vicino. E lo faranno da qui alla fine della stagione, quando starà poi al Cagliari decidere per il riscatto dell’attaccante. Chi invece si allontana dal nerazzurro è André Ayew: c’è stato un primo incontro come previsto con l’entourage dell’asso dell’Olympique Marsiglia, in scadenza di contratto a giugno e molto ambito anche in Premier. Ma l’impatto economico con l’Inter è stato freddo, vista la richiesta da 3,5 milioni di ingaggio per un contratto di almeno 4 anni con pagamento di un primo contributo già al momento della firma. Condizioni che non convincono l’Inter, già impegnata nei contratti delicati di Icardi e Handanovic, e che invece hanno spinto la Roma ad approfondire sul giocatore del Marsiglia.

    continue reading »

     
     
  • Cm.com – Destro-Milan, il matrimonio dovrebbe finire a giugno. L’Inter in quel caso potrebbe…

    Cm.com – Destro-Milan, il matrimonio dovrebbe finire a giugno. L’Inter in quel caso potrebbe…

    Mattia Destro e l’Inter, l’Inter e Mattia Destro, quante volte è stato pronunciato questo binomio. Ebbene potrebbe tornare di moda anche questa estate perché tutti gli indizi portano ad un ritorno nella Capitale del talento della Primavera dell’Inter visto che il Milan difficilmente riscatterà per 16,5 milioni come da diritto deciso nel mercato invernale. Il Milan ha scelto Destro a gennaio per sostituire il partente Torres ma poi ha virato più al modulo col “falso nueve” Menez e visto lo stato quasi di grazia del francese in questa stagione, la scelta di metterlo così vicino alla porta sta avendo ragione. Ecco però che l’ex Roma e Genoa si ritrova più spesso a guardare i compagni dalla panchina che ha contribuire da titolare sul campo. Nel Milan attuale quindi l’attaccante non è più una priorità e così emerge l’interesse di tante altre società, italiane e non. Ci pensa ad esempio la Fiorentina che sta sondando anche il terreno per una possibile trattativa che porterebbe addirittura a Ciro Immobile. Secondo Calciomercato.com però non va esclusa la pista Inter, graditissima al giocatore e soprattutto qualora si dovesse salutare Mauro Icardi, l’opzione Destro tornerebbe davvero percorribile per una serie di fattori che giocherebbero a favore dell’attaccante. A gennaio scorso Piero Ausilio ci aveva già fatto un pensierino prima che il Milan decidesse di prenderlo subito ma in estate un Destro sarà nuovamente in uscita dalla Roma e sicuramente alimenterà nuove idee e nuove suggestioni di mercato.

    continue reading »