• Handanovic: “Kovacic ha solo bisogno di fiducia. Sono felice per le mie parate, ma sarò più contento quando…”

    Handanovic: “Kovacic ha solo bisogno di fiducia. Sono felice per le mie parate, ma sarò più contento quando…”

    Dopo la vittoria per 4 a 0 contro la Sampdoria, si presenta ai microfoni di Inter Channel il migliore in campo dei nerazzurri, Samir Handanovic. Senza le prodigiose parate del numero 1 sloveno nella prima frazione di gioco, infatti, il risultato sarebbe potuto essere diverso: “L’importante è stato vincere, ma non è stata una giornata positiva perchè la partita avrebbe potuto prendere un’altra piega – conferma l’ex Udinese -. Per me non è una giornata storica, sarò più felice quando lotteremo per qualcosa di più importante. Il rigore? Parare è sempre importante, non solo in quel momento… non è stato un rigore facile. Sono contento che sia andata così e che sia arrivata la vittoria, la Sampdoria ha grandi tiratori ed è sempre difficile parare, ma non tutto è stato buono oggi”. “Oggi – prosegue – è andato tutto bene e tutto liscio, ma in altre partite non è stato così. La fortuna va cercata, dobbiamo dimenticare in fretta questa partita e pensare a sabato, cercando di lavorare sulle amnesie che abbiamo avuto oggi. Siamo entrati un po’ leggeri e non subito in partita, come se avessimo un blocco psicologico nel primo tempo e non riuscivamo a girare la palla con tranquillità”. Poi, sulle prestazioni dei compagni: “Kovacic? Sono anche suo compagno di stanza e lo incoraggio sempre. Oggi l’ho visto bene, bisogna solo dargli fiducia. Icardi? Alcuni giocatori vogliono avere carica addosso, di gesti del genere ne abbiamo visti tanti, ma sono cose sue, io non entro nei meriti degli altri”. Concludendo, Handanovic ha già chiaro il prossimo obiettivo: “Dobbiamo pensare già al Parma e all’Europa. Dalle ultime cinque partite mi aspetto che si raggiunga il nostro obiettivo, è la cosa fondamentale, poi nel calcio è tutto possibile. D’altronde, siamo tre-quattro squadre che lottano per quei posti”. Simone Calice

    continue reading »

     
     
  • Cambiasso: “Hernanes e Kovacic hanno qualità, io devo dare equilibrio. Nella mia carriera…”

    Cambiasso: “Hernanes e Kovacic hanno qualità, io devo dare equilibrio. Nella mia carriera…”

    Dopo Sampdoria-Inter, Esteban Cambiasso ha commentato ai microfoni di Inter Channel la vittoria ottenuta dai nerazzurri sui blucerchiati: “L’intervallo ha tranquillizzato la gara – spiega il centrocampista argentino -. Quando la gara è pazza come nel primo tempo penso possa succedere di tutto, anche che una squadra in 10 uomini possa dominarne una in 11 come eravamo noi. Nell’intervallo si sono un po’ raffreddati gli animi e nel secondo tempo abbiamo preso la partita in mano, facendo emergere la nostra bravura. All’inizio comunque siamo partiti bene come nell’ultima gara in casa, che poi non è finita bene. Abbiamo in ogni caso avuto delle occasioni, ma non era la partita che ci piaceva e che poi abbiamo fatto nel secondo tempo”. “Con Kovacic ed Hernanes devo dare un po’ più equilibrio, sono più bloccato – prosegue -. Ma nella mia carriera ho sempre giocato integrandomi con le caratteristiche dei miei compagni, non sono un calciatore che ha mai voluto imporre le proprie qualità a discapito degli altri. Anzi, ho sempre fatto il contrario. Mateo ed Hernanes hanno un piede molto buono e io mi dedico soprattutto alla fase difensiva. Ora dobbiamo cercare di continuare così, per fortuna abbiamo dato una buona dimostrazione, ma non dobbiamo fermarci qui. Questa è soltanto una partita e c’erano anche delle difficoltà psicologiche nella testa di tutti quanti. Ottenere una vittoria così ci permette di continuare a lavorare con più tranquillità. I tifosi? Non hanno mai mollato la squadra e questo è importante per noi. In questo momento avere il loro supporto è fondamentale”.   Fonte: inter.it

    continue reading »

     
     
  • Icardi: “Sono contento, ho sofferto tanto per la pubalgia e non sono ancora al top. Insieme a Palacio…”

    Icardi: “Sono contento, ho sofferto tanto per la pubalgia e non sono ancora al top. Insieme a Palacio…”

    Tutti i riflettori erano puntati su di lui, ma Mauro Icardi non si è lasciato intimorire e ha sfoderato una grande prestazione contro la sua ex squadra. L’attaccante argentino ha trascinato l’Inter alla vittoria nella sfida con la Sampdoria, mettendo a segno una bella doppietta: “Sono stati importanti tutti i gol di oggi, anche quelli di Rodrigo e di Walter, ci hanno permesso di arrivare alla vittoria – precisa il numero 9 nerazzurro ai microfoni di Inter Channel -. Forse il mio secondo gol è stato un po’ più difficile perchè ho fatto fatica a controllare la palla, poi ho calciato e mi son detto ‘vediamo che cosa succede’. Una gara diversa dalle altre? Sicuramente è stata una bella partita. Poi per me è stato bello anche tornare a Marassi, e non c’entrano i fischi e quello che ha fatto la gente. Qui ho iniziato la mia carriera e non me lo dimentico“. “Una grande media gol? Non mi aspettavo di tornare a giocare in questo modo – prosegue -, ho sofferto tanto per la pubalgia e ogni tanto la soffro ancora un pochino. Obiettivi personali? Guardo gara dopo gara, se arrivano i gol bene. Sono contento, ma la cosa importante è che la squadra vinca e io voglio fare del mio meglio in queste ultime 5 gare. Quanto conta giocare con Palacio? L’ho sempre detto, mi aiuta giocare con lui che si muove molto. Oggi mi ha fatto due assist, il secondo è stato poi davvero un regalo”.   Fonte: inter.it

    continue reading »

     
     
  • Sampdoria-Inter 0-4, le pagelle

    Sampdoria-Inter 0-4, le pagelle

    Handanovic 8 – Primo tempo paranormale in cui para praticamente di tutto. Ranocchia 5 – Regala un rigore e un paio di palloni alla Samp. Prova da dimenticare dopo le ultime convincenti prestazioni. Samuel 7 – Tiene a bada Maxi Lopez e trova il gol della sicurezza. Rolando 6 – Ordine e disciplina. Bravo a non cadere nella trappola tesa dal simulatore isterico Eder. D’Ambrosio 6.5 – Miglior partita in maglia nerazzurra. Efficace per la prima volta anche nella metacampo avversaria. Kovacic 7 – Sciorina calcio di qualità per 80 minuti. Forse Mazzarri ha capito. dall’80′  Milito s.v. Cambiasso 6.5 – Aiutato dalla buona vena dei compagni di reparto si limita a interdire e distribuire con diligenza. Hernanes 7 – Sempre in verticale, sempre a testa alta, mai banale. Quando è in giornata è un piacere vederlo giocare. dal 75′  Taider s.v. Nagatomo 6 – Pochi sussulti e compitino ben svolto. Palacio 8 – Due assist, un gol e una prova magistrale Icardi 7 – Due gol, un’esultanza evitabile e un atteggiamento da migliorare per diventare al più presto il bomber da 20 gol di cui ha bisogno l’Inter. dal 68′ Alvarez 6.5 – Entra nel miglior momento nerazzurro e contribuisce alla goleada con un bell’assist per Palacio. All. Mazzarri 6 – Anche oggi con un uomo in più l’Inter ha concesso tre palle gol nitide a una Samp poi scoppiata nella ripresa. Gli episodi oggi gli sorridono, ma la squadra nel primo tempo ha mostrato i solidi difetti di personalità e di tenuta difensiva.

    continue reading »

     
     
  • Mazzarri: “Male nel primo tempo, dobbiamo migliorare l’approccio. Icardi bravo, esultanza a parte. Kovacic…”

    Mazzarri: “Male nel primo tempo, dobbiamo migliorare l’approccio. Icardi bravo, esultanza a parte. Kovacic…”

    L’Inter serve il poker alla Sampdoria e scaccia con forza le voci di crisi e le paure di chi vedeva allontanarsi sempre di più la certezza di ottenere un posto in Europa. Mazzarri non può che essere soddisfatto della prestazione dei suoi, capaci di superare, anche grazie alla superiorità numerica, un avversario difficile e ben organizzato. Ecco le sue parole a Sky. Mazzarri, ha la faccia di chi è soddisfatto dei tre punti ma non del tutto? “Guardo la prestazione, quello che interessa all’allenatore. Oggi abbiamo vinto ma nel primo tempo abbiamo giocato peggio del solito: la Samporia meritava di più. Per come intendo io il calcio nel primo tempo non abbiamo fatto bene, poi nel secondo, al di là della superiorità numerica, abbiamo cominciato a giocare bene e abbiamo vinto meritatamente alla fine, segnando al momento giusto.” La squadra ha bisogno di essere strigliata nell’intervallo per giocare bene? “Può darsi. Non so se sia così, l’importante è avere continuità di rendimento, non abbassare mai la guardia. Bisogna fare bene sempre, non come a Livorno dove abbiamo buttato due punti. In ogni caso l’approccio alla gara deve essere diverso rispetto a oggi.” Kovacic oggi ha giocato alla grande. Come giudica la sua prestazione? “Sì, oggi Kovacic è stato più utile alla squadra e ha fatto il suo. E’ migliorato molto da inizio anno: comincia a capire come sfruttare la sua qualità al servizio dei compagni. Il tempo è dalla sua parte ora per fare ulteriori passi in avanti.” Oggi Ranocchia ha fatto un fallo molto ingenuo. Una grande squadra non può permettersi queste cose, cosa ne pensi? “Ranocchia non lo avevo mai accantonato. Ultimamente sta giocando bene: oggi ha fatto quell’errore evitabile, ma per il resto ha tenuto bene. Lo sa anche lui, si vede che in quel momento la squadra era sotto pressione e c’è stato quello sbaglio. E’ comunque in forma e la difesa oggi in generale ha fatto bene.” Samuel ha giocato a sinistra oggi? “Sì, a me piace avere giocatori che portino la palla in avanti. Per questo Samuel mi serviva lì, in assenza di Campagnaro a desra. A parte qualche ingenuità mi sembra che il reparto abbia risposto bene.” La prestazione di Icardi è stata molto buona, ma poi c’è stata quella reazione dopo il gol. Cosa dice? “Ha fatto il gesto delle orecchie, non so neanche cosa. Per l’ambiente che si era creato intorno a lui però ha dimostrato grande personalità. Ha giocato bene senza pensare a tutto il resto. Se continua così può diventare davvero un grande giocatore. Deve solo pensare a crescere e a giocare per l’Inter. L’unica leggerezza è stata quell’esultanza polemica, per il resto lo elogio.” Le sue parole sul desiderio di passare alla difesa a 4 fa pensare a una sua conferma per l’anno prossimo. Perché si parla di altri allenatori? “Lo vorrei chidere a voi (sorride, ndr). Io parlo tutti i giorni con la società e i dirigenti. C’è una grande unità d’intenti. Allenare ad alti livelli vuol dire anche saper gestire queste cose. Non devo essere valutato da altri che non siano i dirigenti e i giocatori. Il resto non mi interessa. La strada da seguire è quella giusta.”  

    continue reading »

     
     
  • Palacio: “Vittoria di personalità, Samir è stato stupendo. Europa più vicina? Sì, ma dobbiamo…”

    Palacio: “Vittoria di personalità, Samir è stato stupendo. Europa più vicina? Sì, ma dobbiamo…”

    Al termine della netta vittoria per 4-0 sulla Sampdoria, Rodrigo Palacio è stato intervistato a caldo da Massimiliano Nebuloni per Sky Sport. Ecco le dichiarazioni dell’attaccante argentino: È una vittoria pesantissima per la corsa all’Europa League? “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile perché la Sampdoria gioca molto bene. Abbiamo fatto una gara di grande personalità e siamo molto contenti”. Mazzarri durante la partita si lamentava per i diversi gol sbagliati… “Nel primo tempo abbiamo sofferto di più anche se loro eravamo in dieci. Samir è stato stupendo…” Calendario in salita, ma guarda caso l’Inter torna a vincere proprio adesso… “Sappiamo che il campionato è molto difficile. Si può vincere e perdere con chiunque”. L’Europa è più vicina? “Si, ma mancano ancora diverse e partite e dobbiamo stare attenti alle alte squadre”.

    continue reading »

     
     
  • VIDEO: Sampdoria-Inter 0-4, ecco gli highlights del match

    VIDEO: Sampdoria-Inter 0-4, ecco gli highlights del match

    Dopo quattro partite senza vittoria (una sconfitta e tre pareggi, ndr), l’Inter ritrova il successo nel match di “Marassi” contro la Sampdoria. Ad aprire le danze è l’attesissimo ex Mauro Icardi, che sigla il gol del vantaggio al 13′ su assist di Palacio e più tardi si gode l’errore dal dischetto del connazionale-rivale Maxi Lopez, che si fa ipnotizzare da uno strepitoso Handanovic. Nella ripresa la squadra di Mazzarri approfitta della superiorità numerica (espulsione di Eder al 20′) e mette al sicuro i tre punti dilagando con Samuel (60′), Icardi (63′) e Palacio (78′). VIDEO:

    continue reading »

     
     
  • Sampdoria-Inter 0-4: Icardi zittisce <i>Marassi</i>. Palacio e Samuel completano il poker

    Sampdoria-Inter 0-4: Icardi zittisce Marassi. Palacio e Samuel completano il poker

    SAMPDORIA vs INTER  0-4 Marcatori: 13′ e 63′ Icardi (I), 60′ Samuel (I), 78′ Palacio (I). Ammoniti: 13′ Icardi (I), 15′ Costa (S), 20′ Eder (S), 20′ Samuel (I), 28′ Ranocchia (I), 39′ Soriano (S), 65′ Regini (S), 73′ Gastaldello (S), 76′ Krsticic (S). Espulsi: 20′ Eder (S). SAMPDORIA (4-3-1-2): 1 Da Costa; 29 De‎ Silvestri, 8 Mustafi, 28 Gastaldello, 19 Regini; 21 Soriano, 17 Palombo (84′ Lombardo 31), 14 Obiang (58′ Krsticic 10); 12 Sansone (66′ Okaka 9); 7 Maxi Lopez, 23 Eder. A disposizione: 30 Fiorillo, 3 Costa, 4 Salamon, 44 Fornasier, 5 Renan, 77 Sesti, 22 Bjarnason, 5 Wszolek, 6 M. Rodriguez. Allenatore: Nenad Sakic INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 23 Ranocchia, 25 Samuel, 35 Rolando; 33 D’Ambrosio, 88 Hernanes (75′ Taider 21), 19 Cambiasso, 10 Kovacic (80′ Milito 22), 55 Nagatomo; 9 Icardi (68′ Alvarez 11), 8 Palacio. A disposizione: 12 Castellazzi, 30 Carrizo, 4 Zanetti, 6 Andreolli, 14 Campagnaro, 13 Guarin, 17 Kuzmanovic, 20 Botta. Allenatore: Walter Mazzarri Arbitro: Valeri CRONACA: 90′+2′- FISCHIO FINALE A Marassi l’Inter si impone con un netto 4-0 grazie alla doppietta di Icardi e ai gol messi a segno da Samuel e Palacio. 90′- Concessi 2′ di recupero. 87′- Tiro a giro di D’Ambrosio fuori misura. 84′- Esordio in Serie A per Mattia Lombardo che subentra a Palombo. 81′- Rischioso retropassaggio di D’Ambrosio per Handanovic. Il portiere sloveno salva su Regini. 78′- GOL INTER Palacio scappa via a sinistra e buca Da Costa con un preciso diagonale. 0-4 per i nerazzurri! 77′- Altro giallo per la Sampdoria: questa volta è Krsticic a finire sul taccuino dei cattivi per un intervento duro su Ricky Alvarez. 75′- Finisce qui la partita di Hernanes sostituito da Taider. 72′- Giallo per Gastaldello per un fallo su Alvarez. Anche lui diffidato, salterà Catania-Sampdoria. 68′ – Primo cambio per Mazzarri che inserisce Alvarez per Icardi. 67′ – Conclusione di Okaka che costringe Handanovic a intervenire in corner. 66′ – Nella Sampdoria dentro Okaka per Sansone. 65′- Destro di Maxi Lopez fuori di un soffio. 63′- GOL INTER Palacio serve Icardi che da posizione defilata cala il tris a Marassi! 60′- GOL INTER Corner di Hernanes e perfetta incornata di Samuel che sigla il raddoppio! 59′- Palacio salta Mustafi e spara in porta. Da Costa devia in angolo! 59′- Batti e ribatti nell’area della Sampdoria, poi Palombo allontana la minaccia con Icardi in agguato. 58′- Krsticic prende il posto di Obiang in mezzo al campo. 57′- Destro potente di Palacio fuori di non molto. 55′- Traversone di D’Ambrosio per Icardi che va in cielo ma di testa non inquadra la porta. 54′- Palacio scappa via a destra e mette in mezzo: Da Costa smanaccia in qualche modo e Icardi manca di un soffio il tap in vincente. 53′- Ranocchia allontana di testa un corner di Sansone. 51′- Kovacic apparecchia per Palacio che di sinistro sfiora il palo alla destra di Da Costa. 50′- Errato disimpegno di Ranocchia che innesca il contropiede di Sansone. Il fantasista blucerchiato arriva al limite e poi calcia malamente alto. 49′- Sul corner di Hernanes incornata fuori misura di Samuel. 48′- Traversone pericoloso di Nagatomo dalla sinistra, Regini mette in angolo. 46′- INIZIO SECONDO TEMPO Si riprende con gli stessi interpreti della prima frazione di gioco. 45′+1′- FINE PRIMO TEMPO A Marassi si va al riposo con l’Inter in vantaggio per 1-0 in virtù del gol messo a segno da Mauro Icardi al 13′. 45′- Concesso 1′ di recupero. 44′- Mostruosa parata di Handanovic su una girata ravvicinata di Soriano! 39′- Punizione di Hernanes respinta dalla barriera. 38′- Soriano stende Icardi al limite dell’area. Giallo anche per lui! Diffidato, salterà Catania-Sampdoria. 34′- Ma cosa ha preso Handanovic? Volo meraviglioso del portierone nerazzurro che su una perfetta punizione di Sansone va a togliere la palla dall’incrocio dei pali! 32′- Parata pazzesca di Handanovic sulla botta dal limite di Maxi Lopez. 28′- Ranocchia strattona Maxi Lopez guadagnandosi il giallo. Sugli sviluppi del calcio di punizione, Valeri interrompe tutto per un fallo di Soriano su D’Ambrosio. 25′- Ora l’Inter prova ad addormentare il gioco di una partita molto viva. 20′- Succede di tutto a Marassi. Eder simula su un intervento innocuo di Rolando e viene ammonito per simulazione. Poi battibecco con Samuel, con Valeri che ammonisce entrambi. Per l’attaccante blucerchiato è il secondo giallo e finisce qui il suo match! 18′- Dal dischetto parte il destro di Maxi Lopez, ma Handanovic vola e neutralizza il penalty dell’argentino! 17′- Ranocchia atterra Gastaldello in area di rigore. Per Valeri è calcio di rigore! 13′- GOL INTER Palacio scappa via a destra e serve Icardi nel cuore dell’area di rigore: girata micidiale di Maurito che di destro buca Da Costa! 12′- Maxi Lopez salta Samuel e calcia in porta. Handanovic c’è. 10′- Tiro debole di Kovacic agguantato comodamente da Da Costa. 8′- Splendida palla di D’Ambrosio per Palacio, ma Gastaldello è provvidenziale nel chiudere l’argentino con una scivolata. 6′- Traversone dalla destra di D’Ambrosio per Palacio allontanato da Palombo. 5′- Nella difesa a tre di Mazzarri è Ranocchia il perno centrale, con Samuel sul centro-sinistra e Rolando sul centro destra. 4′- Lancio millimetrico di Kovacic per Icardi, ma Gastaldello chiude alla grande. 3′- I blucerchiati tentano un improbabile schema disinnescato dalla difesa nerazzurra. 2′- Samuel colpisce duro Maxi Lopez. Calcio di punizione pericoloso dal limite per la Sampdoria. 1′- CALCIO D’INIZIO A Marassi Valeri fischia il calcio d’inizio. Intanto, Maxi Loez nega la stretta di mano a Mauro Icardi. Samdoria-Inter è cominciata! QUI INTER Walter Mazzarri, che deve rinunciare a Juan Jesus e Jonathan, rispetto alla gara interna di settimana scorsa contro il Bologna inserisce Kovacic dal 1′ in mezzo al campo insieme a Cambiasso ed Hernanes. In avanti ancora Icardi in coppia con Palacio. QUI SAMPDORIA I blucerchiati, privi di Gabbiadini e Berardi, passano al 4-3-1-2 con Maxi Lopez ed Eder supportati da Sansone. In mezzo al campo Palombo sarà coadiuvato da Soriano e Obiang.

    continue reading »

     
     
  • Curiosità e numeri in attesa di Sampdoria-Inter

    Curiosità e numeri in attesa di Sampdoria-Inter

    Porta blucerchiata chiusa a Marassi da 243 minuti La Sampdoria non incassa gol a Marassi da 243′: ultima rete subita da Mbaye al 27′ di Sampdoria-Livorno 4-2 del 9 marzo scorso; poi si contano i restanti 63′ di quella gara e le intere contro Hellas Verona (5-0) e Fiorentina (0-0). Samp a secco da 204 minuti La Sampdoria non segna in campionato da 204′: ultima rete di Okaka al 66′ di Sassuolo-Sampdoria 1-2 del 26 marzo scorso; poi si contano i restanti 24′ della gara in Emilia e le intere contro Fiorentina (0-0 a Marassi) e Lazio (0-2 all’Olimpico). Palacio il più decisivo Con la rete segnata a Livorno, valsa il pareggio per 2-2, Rodrigo Palacio si è consolidato al comando della classifica dei giocatori più decisivi del campionato, alla pari dell’Udinese Di Natale: 20 i punti portati da argentino e italiano alle rispettive squadre con i propri gol determinanti. Inter imbattuta fuori casa da oltre due mesi L’Inter non perde fuori casa da oltre due mesi: ultimo k.o. il 2 febbraio scorso, 1-3 a Torino dalla Juventus. Poi si contano 2 vittorie (2-1 a Firenze e 2-0 a Verona sull’Hellas) e 2 pareggi (0-0 a casa della Roma e 2-2 a Livorno). Inter senza gol su rigore da quasi un anno L’Inter, che resta assieme all’Atalanta la formazione con meno rigori a favore nella serie A 2013/14, non trasforma un tiro dal dischetto in serie A da undici mesi. L’ultimo risale al 5 maggio 2013, Napoli-Inter 3-1, autore Alvarez. Poi due rigori concessi ai milanesi, ma sempre falliti, dallo stesso Alvarez tre giorni dopo contro la Lazio e da Milito sabato scorso contro il Bologna.   Fonte: inter.it – Football Data    

    continue reading »

     
     
  • Sampdoria-Inter, i precedenti

    Sampdoria-Inter, i precedenti

    Dopo i tre pareggi consecutivi seguiti alla sconfitta contro l’Atalanta, l’Inter cerca di rilanciarsi nel match di “Marassi” contro la Sampdoria. I nerazzurri hanno necessariamente bisogno dei tre punti per non mettere a rischio il quinto posto in classifica e compromettere la corsa all’Europa League, obiettivo minimo stagionale. I precedenti in casa dei blucerchiati sono 56: il bilancio è a favore dell’Inter con 26 vittorie, 20 pareggi e 10 sconfitte. Nel dettaglio gli ultimi 5 incontri di campionato: CAMPIONATO 2007/08 – 24^GIORNATA 24.02.2008 – Sampdoria vs Inter 1-1 (66′ Cassano, 77′ Crespo) CAMPIONATO 2008/09 – 1^GIORNATA 30.08.2008 – Sampdoria vs Inter 1-1 (33′ Ibrahimovic, 70′ Delvecchio) CAMPIONATO 2009/10 – 6^GIORNATA 26.09.2009 – Sampdoria vs Inter 1-0 (73′ Pazzini) CAMPIONATO 2010/11 – 27^GIORNATA 27.02.2011 – Sampdoria vs Inter 0-2 (74′ Sneijder, 95′ Eto’o) CAMPIONATO 2012/13 – 29^GIORNATA 03.04.2013 – Sampdoria vs Inter 0-2 (43′ Palacio, 94′ Palacio) A completare la lista degli incontri ufficiali, 7 match di coppa Italia: 3 successi Sampdoria, 2 pareggi, 2 vittorie nerazzurre.

    continue reading »