web counter
  • IL PEGGIORE – Una papera condanna Handanovic

    IL PEGGIORE – Una papera condanna Handanovic

    Quando sbaglia un portiere spesso succede un cataclisma, oggi succede a Samir Handanovic condannare l’Inter alla sconfitta con un intervento, dire pessimo è eufemismo, su Alvaro Morata. Di per se Handanovic è sembrato insicuro da subito, seppur non troppo impegnato dalla Juventus, il gol su rigore di Marchisio può starci, non ci sta l’insicurezza, con i dubbi nei tifosi che tale sia figlia di un rinnovo di contratto che non c’è e magari non ci sarà. L’errore decisivo costa la palma del peggiore in campo anche se per Handanovic la compagnia in questo voto è vasta, dagli errori di Juan Jesus al pasticcio di Medel che consegna il fallo di Vidic per il rigore del pari.

    continue reading »

     
     
  • IL MIGLIORE – Icardi, vede la Juve e fa gol, ma che peccato su Storari

    IL MIGLIORE – Icardi, vede la Juve e fa gol, ma che peccato su Storari

    Maurito Icardi almeno nei numeri batte Tevez ma solo perché l’Apache è assente. Lui comunque timbra il cartellino contro la sua vittima preferita. la Juventus, attaccante che segna con continuità ma che pecca sull’occasione del pareggio con miracolo di Storari. In ogni caso in tempo di occasioni di mercato mancate, vedi Dybala, uno cosi è da tenere stretto e a tutti i costi, da santificare in caso di doppietta, avrà parecchio di cui rammaricarsi.

    continue reading »

     
     
  • Le pagelle di Inter-Juve, Handa e Medel “Babbi Natale”

    Le pagelle di Inter-Juve, Handa e Medel “Babbi Natale”

    Ecco le valutazioni della sconfitta dei nerazzurri contro la Juventus: Handanovic 4,5: vuole la Champions League, ma alle disfatte degli ultimi 3 anni ha contribuito con una buona dose di incertezze. Come stasera. D’Ambrosio 6: tanta voglia e un goal da cineteca sfiorato. Ranocchia 5: incapace di domare Morata per un solo istante. Vidic 5: ingenuo nell’occasione del rigore, ma in generale non è in una delle sue migliori versioni. Juan Jesus 5,5: prova a spingere soprattutto nel primo tempo, ma nella ripresa si lascia coinvolgere troppo dal nervosismo. Medel 5: di palloni ne recupera sempre, peccato che ne regali uno fondamentale alla Juventus. Brozovic 6;5: propizia il goal, gioca bene il pallone e si inserisce più che volentieri. Un passo avanti rispetto alle ultime uscite. Kovacic 6,5: prova a prendere per mano la squadra ideando delle giocate di gran spessore. Shaqiri 6: non è ancora al meglio, ma gli bastano pochi palloni per rendersi pericoloso e sfiorare il colpaccio. Palacio 6: due bei lampi geniali, ma Storari è in vena di prodezze e gli nega la gioia personale. Icardi 6,5: altro centro personale alla Juventus e in questo campionato, ci prova spesso e si fa vedere ma alcuni suoi compagni sono troppo deficitari. Nagatomo 6: offre velocità e buoni spunti sulla fascia. Podolski S.V Gnoukouri S.V Mancini 5: il passaggio al 3-5-2 non entusiasma, così come i passaggi di Shaq e Brozovic dal campo alla panchina.  

    continue reading »

     
     
  • IL MIGLIORE – Hernanes, oltre alla doppietta una prova di sostanza

    IL MIGLIORE – Hernanes, oltre alla doppietta una prova di sostanza

    Hernanes è sicuramente il migliore tra le fila dei nerazzurri: segna due gol, è sempre pericoloso e tutte le azioni dell’Inter passano dai suoi piedi. L’ambiente, dopo l’esultanza sul primo gol, è ostile nei suoi confronti, ma lui ne esce ancora più carico e diventa decisivo ancora una volta. Unica pecca, ha preso un’ammonizione che gli farà saltare Inter-Juventus.

    continue reading »

     
     
  • IL PEGGIORE – Icardi, cosa combini? Sbaglia due gol già fatti

    IL PEGGIORE – Icardi, cosa combini? Sbaglia due gol già fatti

    Mauro Icardi è il peggiore dell’Inter di stasera: prova a farsi vedere e partecipa alla manovra di gioco, ma il suo compito principale sarebbe quello di segnare. Nel primo tempo sbaglia un gol davanti a Marchetti che tira incredibilmente alle stelle; nel secondo tempo conquista un rigore e fa espellere il portiere biancoceleste, ma si fa ipnotizzare dal neoentrato Berisha. Per fortuna sua e dell’Inter, stasera in campo c’era un altro goleador, Hernanes.

    continue reading »

     
     
  • Le pagelle dei nerazzurri dopo #LazioInter: Icardi, che ti succede? Hernanes il faro dell’Inter, Kovacic in crescendo

    Le pagelle dei nerazzurri dopo #LazioInter: Icardi, che ti succede? Hernanes il faro dell’Inter, Kovacic in crescendo

    Dopo il match tra Lazio e Inter, ecco le pagelle dei nerazzurri. HANDANOVIC 6.5 – Incolpevole in occasione del gol di Candreva, fa un vero e proprio miracolo su Parolo poco dopo. Buonissimo intervento sul calcio di punizione di Biglia allo scadere del primo tempo, nella ripresa salva ancora una volta miracolosamente, stavolta su Klose D’AMBROSIO 5 – Subisce subito un’ammonizione inutile, fermando irregolarmente Felipe Anderson che era solo contro tre giocatori. Poco cattivo in fase offensiva, idem in difesa VIDIC 5.5 – In difficoltà nella parte di gara, poi la Lazio cala e le preoccupazioni del serbo anche RANOCCHIA 6.5 – Salva un gol già fatto nel primo tempo sul colpo di testa di Parolo: sempre pronto quando chiamato in causa, a volte impreciso nella scelta di tempo per gli interventi JUAN JESUS 6 – Cerca di spingere ma non lo fa con molta convinzione, meglio in fase di contenimento KOVACIC 6 – Anonimo nella prima frazione di gioco: va a prendersi poche volte il pallone, quando lo ha tra i piedi non fa mai la giocata più rischiosa ma potenzialmente decisiva. Migliora nel secondo tempo, diventando il faro della manovra nerazzurra MEDEL 6 – Bene in fase di recupero, quando si è ancora 11 contro 11 soffre molto la rapidità dei giocatori biancocelesti GUARIN 5.5 – Partecipa alla manovra ma senza mai incidere davvero; sfiora il gol nel primo tempo su calcio di punizione, ma nulla più HERNANES  7 – Inizia subito con aggressività e regala un cioccolatino ad Icardi che però spreca, sempre presente e pericoloso in fase offensiva. Realizza una splendida punizione che regala l’1-1 ai nerazzurri, nel secondo tempo all’inizio non incide, prende anche un cartellino giallo, che gli farà saltare Inter-Juventus, ma si fa perdonare il calo col gol del 2-1 PALACIO 6 – Al 24′, lanciato davanti alla porta, viene fermato fallosamente: ottiene fallo ed espulsione, e su quel calcio di punizione nascerà il vantaggio nerazzurro. Poco cercato, spesso costretto ad allargarsi inseguito da due uomini. Appena ha spazio, è determinante servendo l’assist per il 2-1 ICARDI 5 – Non parte benissimo: nel primo tempo sbaglia un gol clamoroso davanti a Marchetti sparando alle stelle. Nella ripresa, però, fa anche peggio: prima conquista un rigore e fa espellere Marchetti, poi però dagli 11 metri si fa ipnotizzare da Berisha. Inconsistente PODOLSKI 5 – Entra senza incidere, senza cattiveria agonistica, sprecando alcune occasioni NAGATOMO 6 – Spinge più di D’Ambrosio, ma non riceve la quantità giusta di palloni per farsi notare BROZOVIC S.V.  

    continue reading »

     
     
  • IL MIGLIORE – Palacio ha il merito di essere l’unico a svariare su tutto il fronte d’attacco

    IL MIGLIORE – Palacio ha il merito di essere l’unico a svariare su tutto il fronte d’attacco

    In pochi dell’Inter sono da salvare dopo una prestazione opaca come quella di oggi. Un Chievo difensivo, arcigno e solido si è ben difeso e forse era necessario maggior movimento dei giocatori d’attacco per creare maggiori pericoli. Uno dei pochi, se non l’unico a farlo per tutti i 76 minuti giocati è stato Palacio. El Trenza ha sempre cercato di allargarsi per venir fuori dalla marcatura e spesso e volentieri ha innescato con successo i compagni che spesso non l’hanno accompagnato nel modo più corretto. L’argentino non si risparmia mai come sempre e questo va apprezzato anche quando non riesce a segnare.

    continue reading »

     
     
  • IL PEGGIORE – Hernanes in versione 1.0: mai nel vivo della partita

    IL PEGGIORE – Hernanes in versione 1.0: mai nel vivo della partita

    Hernanes era reduce dalle ottime prestazioni nelle ultime partite che gli avevano permesso anche di conquistare stabilmente la maglia da titolare. Ci si aspettava molto dal Profeta ma la difesa del Chievo non gli ha reso facile la vita con il suo gioco che si è limitare al tentativo sporadico di giocare la palle per innescare le punte ma senza successo. L’ex Lazio e San Paolo ha tentato il tiro in più circostanze senza mai centrare lo specchio e magari una maggior vivacità anche dei compagni lo avrebbe messo in condizione di incidere come fatto nelle ultime gare. Sarebbe eccessivo scordare la sua crescita recente dopo la negativa prestazione odierna.

    continue reading »

     
     
  • Le pagelle di Inter-Chievo: Hernanes quasi invisibile, in pochi sopra la sufficienza

    Le pagelle di Inter-Chievo: Hernanes quasi invisibile, in pochi sopra la sufficienza

    Queste le pagelle di SpazioInter per Inter-Chievo terminata 0-0: Handanovic 7: Primo tempo quasi da spettatore non pagante, nella ripresa si rivela decisivo con almeno 2-3 interventi su Izco, Meggiorini e soprattutto su Paloschi D’Ambrosio 6: Come spesso capita commette numerosi errori di misura in appoggi anche banali. Si distingue comunque per la corsa incessante sulla fascia destra da inizio a fine partita Vidic 6: Altra gara in gestione per il serbo che dimostra di essere in ottima forma, sfiorando anche il gol nel primo tempo con un colpo di testa in coabitazione con Icardi che finisce sul palo Ranocchia 5.5: Gioca una gara quasi sempre in controllo come il suo compagno di reparto ma nel finale scivola e concede l’ultima clamorosa chance a Paloschi che spreca davanti ah Handanovic Juan Jesus 6: Discreta partita per il brasiliano che sulla fascia riesce comunque ad assicurare una buona copertura ma anche una buona spinta con qualche sortita interessante Medel 5.5: Il cileno si limita al solito compitino ma talvolta non è preciso nemmeno in quello. Forse in un ruolo così nevralgico servirebbe anche maggior qualità oltre alla corsa indiscutibile del Pitbull Guarin 5.5: Altra partita non esaltante del colombiano che spesso rallenta la squadra in ripartenza e va a sprazzi fra buone giocate e altre amnesie Brozovic 5.5: Brozo torna titolare ma non brilla. Corre, si propone ma non incide ancora una volta forse anche per il catenaccio degli avversari dal 51′ Podolski 6: Il tedesco ha i suoi piedi una buona occasione ma il suo tiro finisce a lato. Qualche spunto interessante gli basta per assicurarsi la sufficienza Hernanes 5: Grande passo indietro del Profeta dopo le ultime buone prestazioni. Praticamente mai in partita, soffre molto le folte linee dei clivensi in fase difensiva dal  63′ Shaqiri 5.5: In mezz’ora ci si aspetta di più da un giocatore come lui che si limita a un blando movimento senza riuscire mai a trovare il pertugio giusto Palacio 6.5: Risulta come sempre il migliore se non altro perchè corre con la stessa intensità per tutta la partita sul fronte d’attacco ma essendo spesso isolato non ha prodotto molto dal 76′ Kovacic s.v.: Non si evidenzia nel forcing finale dei nerazzurri Icardi 5.5: Maurito è stato abbastanza fuori dal match ma nelle uniche due occasioni avute è stato insidioso: palo nel primo tempo e bella rovesciata nel finale di partita

    continue reading »

     
     
  • IL MIGLIORE – Gary Medel: Il pitbull è ovunque recupera e rilancia

    IL MIGLIORE – Gary Medel: Il pitbull è ovunque recupera e rilancia

    Il Pitbull nerazzurro è decisamente il migliore e non solo in questa partita. Gary Medel è l’uomo ovunque di Mancini, pressa a tutto campo, recupera palloni e fa ripartire l’azione, ma non solo. Il piccolo cileno è il giocatore più veloce nei pensieri e nel prendere decisioni palla al piede, della formazione dell’Inter, questo è sicuramente un merito suo ma anche un demerito di tutto il resto della rosa.

    continue reading »