• Peggiore: Kuzmanovic disattento e prevedibile

    Peggiore: Kuzmanovic disattento e prevedibile

    In campo si nota sempre il suo impegno, di meno i risultati. Contro un Chievo reattivo, Kuzmanovic non brilla. Perde palla al 48’ del primo tempo, innescando il contropiede clivense che, per sua fortuna, non si concretizza. Una partita, in generale, piuttosto superficiale quella del serbo. Di tanto in quanto, si limita ad innescare gli attaccanti, ma in maniera troppo prevedibile. Il poco dinamisco e la scarsa incisività bocciano Kuz.

    continue reading »

     
     
  • Le pagelle di Chievo – Inter, Kovacic in crescita, male Kuzmanovic

    Le pagelle di Chievo – Inter, Kovacic in crescita, male Kuzmanovic

    Partita da dentro o fuori per l’Inter di Roberto Mancini che contro il Chievo ha nella vittoria l’unico risultato plausibile sia per dare un senso alla stagione dei nerazzurri sia per non perdere ulteriore terreno sul terzo posto. Handanovic 6.5 – Miracolo su Paloschi nella prima frazione a tu per tu con il portiere nerazzurro, decisivo anche sulla rovesciata di Meggiorini. Certamente il valore aggiunto di questa Inter. D’Ambrosio 6 – Mancini gli dà fiducia dopo la prova di Europa League. Primo tempo anonimo per l’ex esterno del Torino. Nella ripresa prova a crescere e si fa vedere con qualche buono spunto. Suo l’assist per il gol di Ranocchia. Juan Jesus 6 – Difficilmente va in difficoltà contro gli attaccanti clivensi anche se in qualche occasione lascia a desiderare in copertura. Roccioso negli interventi anche se la sua partita non è perfetta. Ranocchia 6.5 – Bella partita del capitano che in difesa svolge il compito nel migliore dei modi. Nel secondo tempo si toglie anche lo sfizio del gol, dopo quello segnato alla Roma, che ha l’effetto di tranquillizzare i suoi. Sui calci piazzati si fa trovare sempre pronto alla spizzata. Nagatomo  5.5 – Le aperture per il giapponese mettono sempre in difficoltà la difesa dei gialloblu, peccato che spesso il terzino nerazzurro sbaglia il cross per i compagni. Medel 6 – Il recupera-palloni per eccellenza. Alza una diga davanti alla difesa anche se i suoi limiti tecnici non gli permettono di impostare a dovere le ripartenze. Guarin 6 – Meno assoli e più gioco di squadra. Si sbatte e gioca per i compagni. Propizia anche lui il gol di Ranocchia e dalla sua ha anche due buoni tiri che almeno centrano lo specchio della porta. Kuzmanovic 5 – Non certo la migliore partita per il centrocampista che non riesce ad incidere come fatto vedere nelle scorse partite. La sua prestazione si limita a qualche buon lancio per gli attaccanti. Dal 74’ M’Vila’ 6 – Dà sostanza al centrocampo e prova anche la conclusione da fuori a dimostrare di voler dire anche lui la sua in questa partita. Kovacic 7 – Ancora un gol in questa stagione conferma la crescita del gioiellino nerazzurro. Tanti spunti quanto le botte che si prende dai giocatori del Chievo. Ottimo l’inserimento per il gol dell’1 a 0. Sempre preciso, sbaglia pochissimi palloni. Esce negli ultimi dieci minuti per far posto ad Osvaldo. Dal 80’ Osvaldo 6 – Dà una mano ai suoi nel finale Palacio 6.5 – Ottimi gli spunti offensivi per il trenza che sembra in grande forma. Manca ancora l’appuntamento con il gol ma appare molto più in partita rispetto alle ultime uscite. Icardi 6 – Di nuovo titolare dopo il riposo concessogli da Mancini in Europa League. Gli inserimenti sono da attaccante vero anche, tanto movimento per i compagni anche se non riesce a trovare quello per il gol. Dal 74’ Dodò 6 – La solita spinta sulla fascia destra.

    continue reading »

     
     
  • Handanovic a Sky: “Ci sono delle cose che vanno ancora migliorate”

    Handanovic a Sky: “Ci sono delle cose che vanno ancora migliorate”

    Il portiere nerazzurro Samir Handanovic è intervenuto ai microfoni di Sky durante l’intervallo del match Chievo Verona-Inter. Ecco quanto detto nell’intervista: “Difficoltà nella parata su Meggiorini? Cerco di dare sempre il meglio.Dobbiamo continuare a migliorare. Ci sono delle cose che vanno ancora migliorate. Qua è sempre difficile giocare, il risultato non è mai scontato. Loro sono davvero molto bravi nei calci piazzati”. 

    continue reading »

     
     
  • D’Ambrosio: “E’ stato un test importante”

    D’Ambrosio: “E’ stato un test importante”

    Danilo D’Ambrosio è intervenuto ai microfoni di Mediaset dopo il match di EL. Ecco le sue dichiarazioni: “Venivo da due mesi di inattività, quello di stasera è stato un test importante. Abbiamo fatto un buon primo tempo, nella ripresa qualche errore di troppo. Questa sera abbiamo dimostrato che abbiamo 25 titolari. Campionato? Dobbiamo ripartire dal primo tempo con l’Udinese. Le gare con Chievo e Lazio saranno due test importanti”.

    continue reading »

     
     
  • Mancini: “Il Qarabag ha avuto altre chance”

    Mancini: “Il Qarabag ha avuto altre chance”

    Al termine del match di EL ha parlato Roberto Mancini ai microfoni di Mediaset. Ecco quanto detto dal tecnico nerazzurro:  “E’ stata una buona gara, entrambe le formazioni hanno combattuto. Il Qarabag ha una buona squadra e mi dispiace che, nonostante questo, non sia riuscita a qualificarsi per i sedicesimi di finale. Il Qarabag ha avuto altre chance, se le avesse segnate sarebbe andata diversamente. Comunque, faccio loro i complimenti per la partita”.

    continue reading »

     
     
  • Andreolli: “Un passo avanti verso ciò che chiede il mister”

    Andreolli: “Un passo avanti verso ciò che chiede il mister”

    Ai microfoni di Mediaset ha parlato Marco Andreolli, questa sera capitano. Ecco quanto detto dal difensore centrale: “Era importante mettere minuti nelle gambe. Stasera abbiamo fatto un passo avanti verso ció che chiede il mister. Ora dobbiamo recuperare terreno anche in campionato. Mi spiace per il Qarabag e per tutti i loro tifosi  che questa sera hanno cercato la qualificazione con tutte le loro forze, ma per noi era importante ottenere un risultato positivo”.   fonte: Inter.it

    continue reading »

     
     
  • IL PEGGIORE – M’Vila, troppo lento e imballato

    IL PEGGIORE – M’Vila, troppo lento e imballato

    Il peggiore – M’Vila Per il centrocampista francese la prestazione non è stata disastrosa, ma comunque non sufficiente. I piedi sono buoni, ma sembra non avere la giusta forma atletica. Arriva in ritardo su molti palloni ed in campo più che correre, cammina. Con alcune verticalizzazioni ha cercato di rifornire gli attaccanti, ma per il resto ha sempre rallentato la manovra. Certo l’Inter non aveva bisogno di velocizzare il gioco, ma da M’Vila ci si può attendere di più. Dovrà garantire delle buone prestazioni se vorrà essere riscattato.

    continue reading »

     
     
  • IL MIGLIORE – Andreolli, blinda la retroguardia dell’Inter

    IL MIGLIORE – Andreolli, blinda la retroguardia dell’Inter

    Il migliore – Andreolli Centrale della difesa a tre schierata da Mancini questa sera, il numero 6 nerazzurro si è dimostrato il migliore dei nerazzurri. Sensibilizzato dalla fascia di capitano, ha effettuato soprattutto ad inizio gara parecchi interventi fondamentali. Nell’uno contro uno è sempre rimasto freddo, salvando la retroguardia nerazzurra. Marco ha dimostrato un’ottima personalità, se pur in una partita quasi amichevole per l’Inter. Potrà sicuramente servire anche in campionato.

    continue reading »

     
     
  • Qarabag – Inter, le pagelle: bene Andreolli, fantasma M’Vila

    Qarabag – Inter, le pagelle: bene Andreolli, fantasma M’Vila

    Inter più che sperimentale quella schierata da Roberto Mancini contro il Quarabag. Con i nerazzurri già qualificati il tecnico jesino da un ampio turnover non solo per permettere ai suoi di rifiatare dopo la brutta sconfitta di domenica sera ma anche per testare qualche situazione interessante da riproporre poi in campionato. Carrizo 6 – Il Quarabag lo fa stare in panciolle per quasi tutta la partita. Gli Azeri ci provano ma non riescono ad impensierire il portiere argentino. Donkor 6 – Bergomi lo aveva eletto a futuro top e in effetti schierato sull’esterno della difesa a tre non perde mai la posizione. Interventi puntuali e non si fa mai trovare fuori posizione. Campagnaro 6 Uno dei giocatori più esperti in campo. Guida Andreolli e Donkor da veterano nonostante sia ancora lontano dal Campagnaro ammirato a Napoli. Andreolli 7 La fascia di Capitano sembra galvanizzarlo. Dalle sue parti è veramente difficile passare. Si fa vedere in difesa anche con chiusure non banali e dalle sue parte non lascia mai passare gli attaccanti del Quarabag. Migliore in campo. D’Ambrosio 6+ Tornato dall’infortunio prova a scalare le gerarchie di Mancini. Una buona partita per l’esterno ex-granata che di certo troverà spazio anche in campionato. Dall’84’ Di Marco  17 anni e prima presenza nell’Inter dei grandi. Mbaye 6+ Settima presenza per lui tra campionato e coppa. Primo tempo anonimo per il terzino nerazzurro che nella ripresa però si trasforma in una freccia sull’out di sinistra. Ha corsa e fisico anche se spesso non li sfrutta come dovrebbe. Krhin 5.5 Parte subito con un buon tiro su assist di Osvaldo, poi scompare. Anche lui torna da un infortunio e si vede. M’Vila 5 Dovrebbe dare qualità in mezzo al campo e impostare la manovra. In mezzo ai tanti ragazzi schierati da Mancini la sua prestazione dovrebbe quantomeno saltare all’occhio ma resta invece ben lontano dalle trame di gioco. Non incide come ci si aspetterebbe da lui. Obi 6 Il solito fisico in mezzo al campo. Difficilmente perde un contrasto e si fa anche apprezzare in fase di costruzione, purtroppo per lui però i piedi sono quelli. Dal 90′ Baldini s.v Come per il compagno “primavera” anche per lui l’onore di vestire per la prima volta la maglia nerazzurra. Osvaldo 6 Mancini si affida a lui e non a Icardi. E l’italo-argentino lo ripaga con una buona prestazione. Ha voglia di fare e si vede. Quando ha la palla tra i piedi sembra voler spaccare il mondo e spesso riesce ad arrivare fino in area avversaria. Bonazzoli 7 Ci mette un po’ ad entrare in partita ma quando inizia a carburare è un’arma in più per l’Inter. Corre, si sbatte e fa di tutto per mettere in mostra il suo talento cristallino. Mancini apprezza.

    continue reading »

     
     
  • IL PEGGIORE – Ranocchia, male il capitano che lascia in 10 i suoi

    IL PEGGIORE – Ranocchia, male il capitano che lascia in 10 i suoi

    Il peggiore – Ranocchia Ha il difficile compito di arginare Konoplyanka, ma al primo duello si becca il giallo. Ingenuo in parecchie occasioni non riesce a coprire bene le voragini del reparto difensivo. Abbastanza disastroso insieme a Juan Jesus, il nazionale azzurro ha la colpa di lasciare i suoi in 10. Un fallo ingenuo all’inizio del secondo tempo gli costa il doppio giallo e l’uscita anzitempo dal rettangolo di gioco. Fortuna vuole che alla fine la squadra nerazzurra riesca a portare a casa i 3 punti, ma dal capitano dell’Inter ci si attende molto di più.

    continue reading »