• Ranocchia: “Abbiamo dimostrato di essere tosti. Ci mancano tante cose tra cui…”

    Ranocchia: “Abbiamo dimostrato di essere tosti. Ci mancano tante cose tra cui…”

    Protagonista della buona prova offerta dall’Inter contro il Manchester United nel match valido per la seconda giornata del gruppo A della Guinness International Champions Cup 2014, Andrea Ranocchia dopo il fischio finale si è presentato davanti ai cronisti per commentare la prestazione. Da buon capitano, il centrale umbro ha elogiato la squadra, precisando anche quello che va migliorato: ”Abbiamo dimostrato di essere tosti, con una buona solidità difensiva data anche dal lavoro che hanno fatto lì davanti Icardi e Botta, che hanno corso molto. Ci mancano ancora tante cose, tra cui la brillantezza. Ma questa volta contava l’atteggiamento e noi abbiamo avuto quello giusto”.                 Fonte: gazzetta.it

    continue reading »

     
     
  • Mazzarri: “Per Vidic accoglienza spettacolare. L’atteggiamento della squadra…”

    Mazzarri: “Per Vidic accoglienza spettacolare. L’atteggiamento della squadra…”

    Al termine di Manchester United-Inter, Walter Mazzarri ha risposto alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa. L’allenatore parte prima dal campo: “Da parte nostra molto bene. È stata una partita equilibrata e mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra“. Un commento anche sull’accoglienza riservata a Vidic: “Fa molto piacere vedere queste cose, fanno davvero bene al calcio. È stato un bellissimo spettacolo“.                     Fonte: inter.it

    continue reading »

     
     
  • Manchester United-Inter 5-3, <i>top & flop</i>. Sontuoso Vidic, male Kuzmanovic e Botta

    Manchester United-Inter 5-3, top & flop. Sontuoso Vidic, male Kuzmanovic e Botta

    Nel match valido per la seconda giornata del gruppo A della Guinness International Champions Cup 2014, l’Inter si arrende ai calci di rigore al cospetto di un Manchester United più avanti nella preparazione. Dopo i tempi regolamentari conclusi sullo 0-0, dal dischetto è decisivo l’errore di Andreolli che vede stamparsi sulla traversa il suo tiro. Buona prova della squadra soprattutto dal punto di vista difensivo, con un Nemanja Vidic autore di una prova esemplare. Top Vidic 7 – Comanda la difesa con una sicurezza spaventosa. Se il serbo riuscirà a mantenere una buona condizione fisica per tutta la stagione, Mazzarri può trascorrere sonni tranquilli. Dodò 6.5 – Dopo quella sfoderata con il Real Madrid, altra prestazione di livello da parte del giovane esterno brasiliano. Argina e infila Valencia con classe e caparbietà, bene così. Juan Jesus 6.5 – Cresce l’intesa con Vidic e così anche l’affidabilità del pacchetto arretrato. Pare aver recuperato definitivamente dall’infortunio dello scorso anno. D’Ambrosio 6.5 – In fase offensiva si vede poco, ma in quella difensiva disputa una partita semplicemente perfetta. Non sbaglia una diagonale in tutto l’arco della partita, ora serve più coraggio anche nella propulsione avanzata.   Flop Krhin 5.5 – Prende il posto occupato da Obi contro il Real Madrid alla sinistra di Kuzmanovic. Lui che è un regista nato, sin dalle prime battute dimostra di non sentirsi a suo agio nel ruolo di incursore e finisce spesso per pestare i piedi del compagno serbo. Botta 5 – Partita anonima vissuta galleggiando alle spalle di Icardi senza mai accendere la luce. Sciupata una buona occasione per mettersi in mostra. Kuzmanovic 5 – Altra prova opaca del regista serbo che, come contro il Real Madrid, stenta a far decollare la manovra interista. Troppo compassato e prevedibile.

    continue reading »

     
     
  • A Washington i calci di rigore sorridono allo United 5-3. Buona prova dei nerazzurri

    A Washington i calci di rigore sorridono allo United 5-3. Buona prova dei nerazzurri

    MANCHESTER UNITED vs INTER 0-0 (5-3 d.c.r.) Marcatori: Ammoniti: Valencia (M), Andreolli (I). MANCHESTER UNITED (3-4-1-2): 13 Lindegaard (46′ De Gea 1); 12 Smalling (46′ Keane 48), 4 Jones (46′ Blackett 42), 6 Evans; 25 Valencia (46′ Shaw 28), 24 Fletcher, 21 Herrera (46′ Cleverley 23), 18 Young; 8 Mata (46′ Nani 17, 81′ Hernandez 14)); 10 Rooney (46′ Zaha 29), 19 Welbeck (46′ Kagawa 26). A disposizione: 35 Lingard, 40 Amos, 41 James, 48 Keane, 50 Johnstone. Allenatore: Louis Van Gaal. INTER (3-5-1-1): 1 Handanovic (65′ Carrizo 30); 23 Ranocchia, 15 Vidic (74′ Andreolli 6), 5 Juan Jesus; 33 D’Ambrosio, 2 Jonathan (83′ Guarin 13), 17 Kuzmanovic (65′ Laxalt 93), 44 Krhin (46′ M’Vila 90), 22 Dodò (65′ Nagatomo 55); 19 Botta (65′ Taider 21), 9 Icardi. A disposizione: 7 Schelotto, 20 Obi, 25 Mbaye, 26 Silvestre, 28 Puscas, 46 Berni, 97 Bonazzoli. Allenatore: Walter Mazzarri. Arbitro: Edvin Jurisevic CRONACA: Sequenza calci di rigore MANCHESTER UNITED Young GOL Hernandez GOL Cleverley GOL Kagawa GOL Fletcher GOL   INTER Guarin GOL M’Vila GOL Taider GOL Andreolli TRAVERSA   90′+2′- FINE TEMPO REGOLAMENTARE Al fischio finale il risultato è ancora fermo sullo 0-0, si va ai calci di rigore. 90′- Concessi 2′ di recupero. 88′- Andreolli atterra da dietro Cleverley e viene ammonito da Jurisevic. 85′- Bomba di Guarin disinnescata da De Gea. 83′- Guarin prende il posto di Jonathan. 81′- È il momento del Chicharito Hernandez che prende il posto di Nani. 80′- Bomba di Nani da distanza ravvicinata, Carrizo respinge. 78′- Traversone pericoloso di Young agguantato da Carrizo. 74′- Vidic lascia il campo tra gli applausi dello stadio. Al suo posto Andreolli. 70′- Destro al volo di Cleverley fuori misura. 65′- Girandolo di cambi nell’Inter: Carrizo, Laxalt, Nagatomo e Taider per Handanovic, Botta, Kuzmanovic e Dodò. 64′- Grande giocata di Nani che prima scambia con Kagawa, poi calcia in porta con la punta del piede dal limite dell’area. Palla fuori non di molto. 60′- Il ritmo della partita stenta a decollare e il risultato rimane bloccato sullo 0-0. 55′- Zaha elude l’intervento di Ranocchia e punta la porta, poi Vidic è provvidenziale a chiudere sull’attaccante dello United. 50′- Corner di Young impattato da Evans, ma la palla si alza sopra la traversa. 46′- INIZIO SECONDO TEMPO Si riprende con diversi cambi nello United. Mazzarri inserisce M’Vila per Krhin. 45′- FINE PRIMO TEMPO Si va all’intervallo con il risultato ancora fermo sullo 0-0. 41′- Sinistro di Mata fuori di poco. 36′- Lancio lungo di Vidic per D’Ambrosio, ma l’esterno campano viene fermato per fuorigioco. 30′- Krhin atterra Mata sulla trequarti. È lo stesso spagnolo ad incaricarsi del calcio piazzato, ma il suo fendente termina dolcemente tra le braccia di Handanovic. 25′- Gara equilibrata fino a questo momento, con la palla gol più nitida firmata da Jones per lo United. Inter pericolosa su qualche calcio piazzato. 20′- Rooney prova il destro a giro dal limite. Palla alta. 19′- È lo stesso Dodò a pennellare al centro per Ranocchia, il quale però non inquadra la porta. 18′- Valencia entra duro su Dodò guadagnandosi il primo giallo del match. 15′- Vidic svetta sull’angolo calciato da Dodò, ma l’incornata è fuori misura. 14′- Sul corner di Mata, Jones anticipa tutti e conclude in porta ma Handanovic si supera e gli nega il gol. 13′- Affondo di Valencia sulla destra dopo una buona combinazione con Rooney, ma prima Dodò e poi Vidic sventano la minaccia in angolo. 12′- Ranocchia tenta il lancio lungo per Icardi, ma la palla finisce tra le braccia di Lindegaard. 8′- Tiro dalla distanza di Herrera completamente fuori misura. 5′- Primi minuti di studio per le due squadre, schierate entrambe con la difesa a tre. Nello United Mata giostra alle spalle di Rooney e Welbeck. 1′- CALCIO D’INIZIO A Washington ha inizio Manchester United-Inter, valida per la seconda giornata del gruppo A della Guinness International Champions Cup 2014.

    continue reading »

     
     
  • Icardi: “Con il Real test utile per continuare a crescere. All’inizio eravamo un po’ imballati, ma…”

    Icardi: “Con il Real test utile per continuare a crescere. All’inizio eravamo un po’ imballati, ma…”

    Intervistato da Sky Sport, Mauro Icardi, protagonista della vittoria nerazzurra contro il Real Madrid, ha commentato così la prestazione della squadra. L’analisi dell’attaccante argentino parte dal penalty decisivo, calciato in maniera diversa rispetto al “cucchiaio” dei tempi regolamentari, che aveva permesso all’Inter di pareggiare i conti dopo il vantaggio di Gareth Bale: “Ho tirato guardando il portiere, è stata una decisione dell’ultimo momento e per fortuna è andata bene. Il campo non era in perfette condizioni ma questa partita ci serve per continuare a crescere, soprattutto dal punto di vista fisico. All’inizio eravamo un po’ imballati e spaesati, poi abbiamo preso il ritmo e ci siamo abituati al campo. Abbiamo pressato più alti e trovato il gol che ci ha permesso di pareggiare. Alla fine ci siamo anche presi la vittoria ai rigori”.

    continue reading »

     
     
  • Real Madrid-Inter 3-4 (d.c.r.), le parole dei protagonisti

    Real Madrid-Inter 3-4 (d.c.r.), le parole dei protagonisti

    Al termine della vittoria ottenuta ai rigori contro i campioni d’Europa in carica del Real Madrid nella prima giornata della Guinness International Champions Cup, alcuni nerazzurri hanno commentato la prestazione della squadra al microfono dei media stranieri. “È fantastico essere negli Usa – esordisce Rene Krhin – ogni anno c’è sempre più calore. Queste partite sono sì amichevoli, ma non ci devono essere differenze con le altre gare. Ogni match è un’opportunità per migliorare soprattutto si ci confronta con squadre come il Real”. Toccca poi a Juan Pablo Carrizo, protagonista del successo con due rigori parati: “È davvero emozionante fare gare come queste, in cornici così calorose. Ogni anno è sempre meglio”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Nemanja Vidic: “È sempre una bella sfida quella con le merengues, anche se in amichevole. È ancora più bello vincere gare come questa. Mi sto trovando bene e sto assimilando le manovre di gioco. Mazzarri è un mister che spiega molto bene ciò che vuole ed è più facile rispondere alle sue aspettative”.       Fonte: inter.it

    continue reading »

     
     
  • Mazzarri: “All’inizio eravamo bloccati, poi abbiamo fatto bene. M’Vila è in crescita, Icardi…”

    Mazzarri: “All’inizio eravamo bloccati, poi abbiamo fatto bene. M’Vila è in crescita, Icardi…”

    Al termine della prima partita della Guinness International Champions Cup, Walter Mazzarri ha risposto alle domande dei giornalisti presenti in conferenza stampa. Ecco le parole del tecnico toscano: Quali sono gli obiettivi dell’Inter? Cosa si aspetta? “Non pensiamo ad un obiettivo preciso, bisogna riportare l’Inter dove da sempre le compete. Siamo partiti bene, la mentalità è quella di non accontentarsi mai come abbiamo fatto oggi. Abbiamo giocato bene”. 42 falli e tanti cartellini gialli. Si aspettava una partita così dura? “Ho fatto presente ai più giovani che il Real Madrid, che da sempre vince, anche in un torneo amichevole ci mette carattere. Siamo due grandi squadre e le grandi squadre vogliono sempre provare a vincere”. Non era il vero Real ma anche l’Inter aveva un centrocampo lontano da quello titolare. Primo tempo forse in soggezione ma poi la squadra ha reagito con il giusto carattere, è questo ciò che vuole vedere? “Il primo quarto d’ora eravamo un po’ bloccati e avevamo un centrocampo inedito, per assurdo dopo il goal abbiamo iniziato agiocare e abbiamo chiuso in crescendo”. Un giudizio su M’Vila? E Icardi? “E’ entrato bene l’ho visto in crescita, la condizione migliore la deve ancora prendere ma è entrato bene, meglio di quello che mi aspettassi. Deve adesso trovare più condizione con il ritmo. Icardi? al di là dei rigori ha fatto una buona gara, deve crescere come tutti ma è sulla buona strada”.     Fonte: inter.it

    continue reading »

     
     
  • VIDEO/ Real Madrid-Inter 3-4 (d.c.r.), gli highlights del match

    VIDEO/ Real Madrid-Inter 3-4 (d.c.r.), gli highlights del match

    L’Inter si impone per 4-3 sul Real Madrid dopo i calci di rigore nella prima giornata del Gruppo A della Guinness International Champions Cup 2014. Al termine dei 90′ regolamentari, il match era terminato con il risultato di 1-1 frutto del bolide al 10′ di Bale e dal penalty trasformato da Icardi al 68′ con un delizioso cucchiaio. Ecco gli highlight del match e i rigori che hanno regalato la vittoria alla squadra di Mazzarri. VIDEO:                  

    continue reading »

     
     
  • Real Madrid-Inter 3-4 (d.c.r.), <i>top & flop </i>

    Real Madrid-Inter 3-4 (d.c.r.), top & flop

    Nella prima giornata del Gruppo A della Guinness International Champions Cup 2014, l’Inter si impone per 4-3 sul Real Madrid dopo i calci di rigore. Al termine dei 90′ regolamentari, il match era terminato con il risultato di 1-1 frutto del bolide al 10′ di Bale e dal penalty trasformato da Icardi al 68′ con un delizioso cucchiaio. Ai rigori decisivi gli errori di Isco, Illarramendi e Mascarell. Top Dodò 6.5 – Ingaggia un bel duello sul suo binario con Carvajal e, spesso, ha la meglio. Nella ripresa alza ancor di più le marce creando superiorità sulla sinistra e innervosendo l’avversario che, dopo un tunnel sopraffino, lo stende con un calcione. Sicuramente Dodò dovrà crescere, ma le basi tecniche sono solidissime. Juan Jesus 6.5 – Primo tempo a tratti distratto, ma nella ripresa è un autentico guerriero soprattutto quando Ranocchia gli lascia la fascia da capitano. Vidic 6.5 – È chiaro ed evidente che il difensore serbo sia di un’altra categoria. Non lo mette in imbarazzo nemmeno la difesa a tre. Icardi 6 – Sigla con freddezza un calcio di rigore con un delizioso cucchiaio. Nel resto del match si vede poco, ma si batte come un leone per tenere palla il più possibile. Poi, ancora dal dischetto, realizza il penalty decisivo che regala la vittoria ai suoi. Botta 6 – Qualche buono spunto soprattutto nel primo tempo, quando salta spesso l’uomo andando al tiro. Peccato che la mira non sia delle migliori. D’Ambrosio 6 – Primo tempo sornione, intraprendente nella ripresa quando sfonda sulla destra con una certa continuità.   Flop Kuzmanovic 5 – Con lui in campo, come sempre, manovra lenta e prevedibile. In cabina di regia urge brio e freschezza. In questo senso M’Vila sembra essere un’altra cosa. Jonathan 5.5- Un passo indietro rispetto a quanto visto fino ad ora in questo pre-campionato. Schierato ancora da interno di centrocampo, questa volta non trova gli inserimenti giusti con e senza palla. Obi 5.5 – Così come Jonathan non riesce ad offrire il giusto apporto soprattutto in fase offensiva. Qualche strappo in più rispetto al brasiliano, ma poca roba.

    continue reading »

     
     
  • Icardi risponde a Bale dal dischetto. Poi sono i rigori a regalare la vittoria ai nerazzurri

    Icardi risponde a Bale dal dischetto. Poi sono i rigori a regalare la vittoria ai nerazzurri

    REAL MADRID vs INTER 3-4 (d.c.r.)  Marcatori: 10′ Bale (RM), 68′ rig. Icardi (I) Ammoniti: Ranocchia (I), De Tomas (RM), Medran (RM), Carvajal (RM), M’Vila (I). REAL MADRID (4-3-3): 25 Lopez (46′ Jesus Fernandez); 15 Carvajal, 3 Pepe, 18 Nacho, 34 Diego Llorente; 23 Isco, 24 Illarramendi, 26 Medran (67′ Derik); 27 Vazquez, 35 De Tomas (52′ Sobrino), 11 Bale (46′ Marcos Llorente). A disposizione: 1 Casillas, 2 Varane, 4 Ramos, 5 Coentrao, 6 Khedira, 7 Ronaldo, 9 Benzema, 12 Marcelo, 14 Alonso, 16 Casemiro, 17 Arbeloa, 19 Modric, 20 Rodriguez, 21 Morata, 22 Di Maria. Allenatore: Carlo Ancelotti. INTER (3-5-1-1):  1 Handanovic (65′ Carrizo 30); 23 Ranocchia (65′ Andreolli 6), 15 Vidic, 5 Juan Jesus; 33 D’Ambrosio, 2 Jonathan (89′ Bonazzoli 97), 17 Kuzmanovic (65′ M’Vila 90), 20 Obi (78′ Khrin 44), 22 Dodò (78′ Nagatomo 55); 19 Botta (82′ Laxalt 93), 9 Icardi. A disposizione: 7 Schelotto, 21 Taider, 25 Mbaye, 26 Silvestre, 28 Puscas, 46 Berni.  Allenatore: Walter Mazzarri. Arbitro: Ricardo Salazar (USA) CRONACA: Sequenza calci di rigore REAL MADIRD Isco: parato Vazquez: gol Fernandez: gol Illarramendi: parato Mascarell: alto INTER Vidic: gol Nagatomo: parato M’Vila: palo Juan Jesus: gol Icardi: gol   90′+2′- FISCHIO FINALE Si va ai calci di rigore. 90′- Concessi 2′ di recupero. 89′- Qualche istante anche per Bonazzoli che prende il posto di Jonathan. 85′- M’Vila entra duro su Illarramendi guadagnandosi il cartellino giallo. 84′- Laxalt salta un uomo e calcia da fuori senza trovare la porta. Buona iniziativa dell’uruguaiano. 82′- Altro cambio nell’Inter dove Laxalt rileva Botta. 80′- Icardi calcia alle stelle da ottima posizione. 79′- Miracoloso intervento di Jesus Fernandez su tiro ravvicinato di Andreolli. 78′- Il gioco riprende con Nagatomo e Krhin in campo per Dodò e Obi. 77′- Gioco interrotto per un’invasione di campo da parte di un bambino con la maglia del Real Madrid. 72′- Numero strepitoso di Dodò su Carvajal. Il terzino del Real Madrid non digerisce il tunnel e rifila un calcione da dietro al brasiliano. Giallo sacrosanto per lui. 68′- GOL INTER Icardi trasforma il penalty con un delizioso tocco sotto che spiazza il portiere. 67′- Sobrino spinge Vidic in area e per Salazar è calcio di rigore. 65′- Mazzarri inserisce M’Vila, Carrizo e Andreolli per Kuzmanovic, Handanovic e Ranocchia. Adesso il capitano è Juan Jesus. 60′- Juan Jesus cerca di sfondare a sinistra, ma poi commette fallo su Carvajal. 58′- Medran entra durissimo su D’Ambrosio. Giallo anche per lui. 55′- Buona iniziativa di D’Ambrosio che però calcia debolmente tra le braccia del portiere. 52′- Nel Real Madrid Ruben Sobrino prende il posto di un nervoso De Tomas. 46′- INIZIO SECONDO TEMPO Comincia la ripresa tra Real Madrid e Inter allo stadio “California Memorial Stadium” di Berkeley. 45′- FINE PRIMO TEMPO Si va negli spogliatoi con il Real Madrid in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Bale al 10′. 44′- Botta mette a sedere due avversari e scarica un buon sinistro alto di poco. 43′- Pepe anticipa Icardi e serve inavvertitamente Obi che da fuori area calcia alto. 42′- Tentativo coraggioso di Ranocchia che prova il destro dai trenta metri. Palla altissima. 37′- Buona combinazione sulla destra tra Jonathan e D’Ambrosio che porta ad un traversone al centro dove Obi manca per poco la deviazione vincente. 32′- Sul corner di Isco, Llorente cerca l’incornata senza però trovare la porta. 31′- Bomba di Bale respinta in angolo da Handanovic. 30′- Ranocchia entra duro su De Tomas guadagnandosi il primo cartellino giallo del match. 25′- Prolungato possesso palla del Real che pare avere in pugno la partita. 22′- Interessante cross di Dodò per Jonathan che di testa non inquadra la porta. 20′- I nerazzurri provano a reagire dopo il gol di Bale. 16′- Sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Jonathan, controtraversone di Kuzmanovic deviato da Vidic, ma Diego Lopez esce e fa sua la palla. 13′- Botta guadagna una buona punizione. Dodò pennella al centro ma la retroguardia del Real Madrid allontana. 10′- GOL REAL MADRID Bale prende palla sulla trequarti e scaraventa un sinistro terrificante alle spalle di Handanovic. Gran gol del gallese, ma tutto troppo facile. 8′- Primi minuti in apnea per i nerazzurri che soffrono la personalità degli spagnoli. 6′- Pasticcio di Juan Jesus in disimpegno che manda Bale all’uno contro uno con Ranocchia: il capitano nerazzurro è bravo a non farsi saltare e a disinnescare il gallese. 4′- Gareth Bale anticipa D’Ambrosio e colpisce la traversa incornando un traversone dalla destra. Subito brividi per Handanovic. 1′- CALCIO D’INIZIO Allo stadio “California Memorial Stadium” di Berkeley ha inizio Real Madrid-Inter, valida per la Guinness International Champions Cup 2014.

    continue reading »