web counter
  • Gasperini in conferenza stampa: “Domani sarà comunque una festa. Per quanto riguarda la formazione…”

    Gasperini in conferenza stampa: “Domani sarà comunque una festa. Per quanto riguarda la formazione…”

    Il Genoa difficilmente riuscirà ad ottenere la licenza UEFA, quindi svanisce il sogno di giocare l’Europa League. Nonostante questo, il tecnico del grifone, Gasperini, suona la carica in vista del match contro l’Inter: “Domani contro i nerazzurri ci sarà l’ultimo big match di questa stagione, sarà comunque una festa visto questo bel campionato. Per quanto riguarda i giocatori, abbiamo recuperato De Maio e Tino Costa, ancora non so se giocherà Bergdich. Ma comunque voglio che tutta la squadra domani sia allo stadio a supportarci, anche gli infortunati“.

    continue reading »

     
     
  • Pioli: “Biglia è recuperato per domani, De Vrij probabilmente no. L’Inter sarà un avversario tosto, noi dovremo giocare con la nostra solita filosofia”

    Pioli: “Biglia è recuperato per domani, De Vrij probabilmente no. L’Inter sarà un avversario tosto, noi dovremo giocare con la nostra solita filosofia”

    Domani sera la Lazio di Stefano Pioli sarà impegnata nel posticipo della 35^ giornata contro l’Inter di Roberto Mancini in una partita molto importante per le aspirazioni europee (seppur diverse) delle due squadre. Queste le parole del tecnico bianco-celeste nella conferenza stampa della vigilia: FINALE DI STAGIONE – “Con il calendario così corto le gare da importanti diventano fondamentali, l’obiettivo è fare sempre il massimo, con la consapevolezza nei nostri mezzi. Rispetto e umiltà nei confronti dell’Inter ma conosciamo le nostre qualità”. RECUPERO INFORTUNATI – “Molto probabile che Biglia sia della gara perchè ormai è recuperato, così come è probabile che De Vrij non sia recuperato, speravamo che potesse assorbire questa botta più velocemente. Credo che potrà esserci per la prossima partita, non per quella di domani”. 2 PUNTI PERSI A BERGAMO – “Ci siamo mossi poco contro un avversario che ci seguiva a uomo. Dovevamo far circolare meglio la palla. Le occasioni però le abbiamo create, anche clamorose e per vincere però a volte può bastare un 1-0. Spero che domani potremo giocare meglio da dietro, dando meno punti di riferimento”. LOTTA AL SECONDO POSTO – “Abbiamo analizzato l’ultima partita per trarre gli spunti giusti. Il gruppo è concentrato e determinato in questo finale di stagione e vogliamo il massimo fra campionato e Coppa Italia. L’obiettivo resta il secondo posto visto che la Roma dista appena un punto”. PERICOLO INTER – “Dobbiamo assolutamente avere attenzione e concentrazione per correre meno pericoli possibili. Nelle ultime uscite abbiamo raccolto poco ma l’atteggiamento è stato quello giusto ma l’Inter domani sarà un avversario duro con le migliori qualità in attacco, proprio come noi. Dovremo giocare secondo la nostra filosofia, consapevoli del nostro potenziale”. SITUAZIONE SINGOLI – “Klose è sotto gli occhi di tutti quanto sia importante e riaverlo assieme a Biglia significa avere un apporto importante al gruppo. Felipe Anderson? E’ un ragazzo che finito l’allenamento rimarrebbe ancora sul campo perchè ha voglia di crescere. Nelle ultime gare è stato decisivo anche senza segnare, sacrificandosi per la squadra. Keita cresciuto molto e può giocare in ogni posizione dell’attacco. Con noi ha giocato tanto in Coppa Italia e domenica ha fatto bene con diverse occasioni”.     

    continue reading »

     
     
  • Maran: “Vogliamo continuare nel periodo positivo, l’Inter è una grande squadra quindi servirà massimo impegno. Sul derby…”

    Maran: “Vogliamo continuare nel periodo positivo, l’Inter è una grande squadra quindi servirà massimo impegno. Sul derby…”

    Intervenuto nella conferenza stampa della vigilia, l’allenatore del Chievo Verona Rolando Maran ha parlato della sfida che vedrà domani impegnati i suoi a San Siro. Ecco le sue parole: “Sono curioso di vedere l’atteggiamento dei miei giocatori in una sfida difficile come quella di domani, sono sicuro che ci arriviamo nel migliore dei modi visto l’ultimo periodo molto positivo. Sono fiducioso perchè anche oggi nella rifinitura ho visto un gruppo che ha voglia di continuare a stupire e chissà cosa riusciranno a tirar fuori in una sfida così stimolante”. Poi un commento sull’Inter attuale: “Sono senza dubbio una grande squadra, di qualità. Hanno raggiunto in questo momento un’identità tale da poter mettere in difficoltà chiunque e noi domani cercheremo proprio di non render loro agevoli gli automatismi con cui diventano molto pericolosi. Domani perciò dovremmo essere propositivi, sappiamo che lasciando a loro il pallino della partita per noi diventerebbe difficilissimo”. Maran ha poi parlato della situazione degli infortunati e dei diffidati anche in vista del derby contro l’Hellas fra due giornate: “Domani sarà indisponibile solo Zukanovic. Giocatori a rischio squalifica per il derby? Abbiamo dei diffidati ma io penso sempre una partita alla volta quindi sia domani che contro il Verona andrà in campo chi sarà disponibile e sono sicuro che tutti daranno comunque il massimo”.

    continue reading »

     
     
  • Stramaccioni: “Vogliamo un’altra vittoria ma l’Inter è sempre pericolosa e non sarà facile. Rispetto alla gara d’andata…”

    Stramaccioni: “Vogliamo un’altra vittoria ma l’Inter è sempre pericolosa e non sarà facile. Rispetto alla gara d’andata…”

    Reduce dalla bella vittoria ottenuta contro il Milan, l’Udinese di Andrea Stramaccioni si prepara ad affrontare l’altra milanese nell’anticipo del turno infrasettimanale che si disputerà domani sera allo stadio Friuli. Il tecnico bianconero ex Inter è intervenuto in conferenza stampa e queste sono state le sue parole: RICERCA DI CONTINUITA’ – “E’ il nostro pensiero fisso. Stiamo lavorando molto per questo e lo faremo anche domattina. Voglio i ragazzi carichi come visto sabato”. SITUAZIONE INFORTUNI – “L’unica mia preoccupazione è per la tenuta di alcuni singoli. A quelle note si sono aggiunti i lievi acciacchi di Widmer e Geijo. Dovremo poi valutare Domizzi, che sabato ha giocato con un’infiltrazione. Sono timori che, sono certo, diventeranno uno stimolo in più”. DUE PUNTE VS INTER – “La mia idea è di continuare a lavorare su questo atteggiamento, visto che ormai la salvezza è quasi aritmetica. La gestione di una gara così ravvicinata è importante; cercherò di dare continuità a sabato, quindi rivedremo le due punte. Dobbiamo solo valutare le condizioni, come detto, di alcuni singoli”. IMPORTANZA DI NATALE – “Quando sono in campo i giocatori non hanno cognome. E’ ovvio che Totò vorrebbe giocarle tutte. Se riusciamo a essere corti e aggressivi, vedo che può esaltarsi anche nel ruolo di rifinitore. Le qualità sono quelle e noi proviamo sempre a metterle al suo servizio. Il Milan passa sempre dalle corsie laterali e per questo sarà meno facile fare la stessa cosa contro l’Inter. Questa sarà la tematica della partita; lo sa bene anche Mancini”. INTER PERICOLOSA – “Davanti sono micidiali. Con una battuta dico che ci hanno copiato la mossa di Guilherme con Hernanes. Questa mossa ha dato un bel mix di qualità e di imprevedibilità alla loro manovra. Guarin può spaccare gli equilibri a centrocampo, ma anche noi come interni non siamo messi male. L’Inter ha le carte in regole per arrivare in Europa, ma qui troverà una resistenza agguerrita, perché al Friuli mettiamo sempre in difficoltà chiunque”. GARA D’ANDATA – “L’Inter dell’andata aveva cambiato da poco allenatore. Li vedo più rodati. Ora hanno capacità di cambiare a gara in corso e lo hanno fatto contro la Roma. Hanno dei giocatori che all’andata non avevano e quindi li vedo più pericolosi, perché non è da tutti poter disporre di elementi di qualità come Shaqiri e Podolski”. Fonte: Udinese.it    

    continue reading »

     
     
  • Garcia: ”Con l’Inter è sempre bello giocare, ma anche difficile. Su Iturbe e Gervinho..”

    Garcia: ”Con l’Inter è sempre bello giocare, ma anche difficile. Su Iturbe e Gervinho..”

    In vista della partita che si giocherà domani alle 20.45 allo stadio ”Giuseppe Meazza” di Milano tra Inter e Roma, si è espresso in conferenza stampa il tecnico dei giallorossi Rudi Garcia: PARTITA D’ANDATA – “Avevamo giocato con molta intensità e tanta fiducia. L’intensità dovremo metterla domani perché ne avremo bisogno. Con l’Inter è sempre bello giocare, ma anche difficile. La parola d’ordine è quella di avere il nostro atteggiamento, quello mostrato con Cesena, Napoli e Torino, per mostrare che facciamo di tutto per vincere. Anche in trasferta andremo per vincere, contro chiunque. Per questo bisogna mettere la stessa intensità della partita d’andata”. INTER – “E’ una squadra che ha tanti giocatori di grande qualità. C’è anche il fatto che con il ritorno di alcuni giocatori anche noi abbiamo delle forze importanti. Ci sono delle scelte da fare, ma sapete come la penso: più scelte, anche difficili, devo fare e meglio è per la squadra. Si alza anche la concorrenza tra loro, che dovranno dare il meglio. Su questo sono contento di trovare alcuni giocatori. La squadra migliora soprattutto dal punto di vista psicologico” SEMIFINALI EUROPEE – “Parlerò anche dell’Europa League, perché per fortuna non ci sarà il derby tra Napoli e Fiorentina. Almeno abbiamo tre chance di andare in finale e per il calcio italiano sarebbe un bene che almeno una delle nostre squadre andasse in finale. In Champions le ultime 4 squadre sono sempre le migliori d’Europa”. INTER E ROMA SIMILI – “Io dell’Inter non posso parlare, sono l’allenatore della Roma. I neroazzurri sono un grande club, con un ottimo palmares. Noi da quando è arrivato il presidente abbiamo ambizioni e per questo io sono qua. Facciamo di tutto per migliorare il club, la rosa e per fare meglio ogni stagione, ma per il momento conta solo essere concentrati sulla partita di domani. Parlare del resto non serve a niente. Dobbiamo mettere tutta la nostra concentrazione sulla partita che arriva e sul finale di stagione‏”. CONDIZIONI SINGOLI – “Pjanic e Gervinho sono al 100%, ho parlato con loro. Balzaretti? Il suo ritorno in gruppo ci ha fatto bene, averlo tra noi è una cosa bellissima. Iturbe? Ho parlato con lui, gli ho detto che contro Napoli e Torino è stato il migliore e non deve perdere fiducia. Sta migliorando molto, abbiamo bisogno di lui sin da domani”. INTER FAVORITA PER I BOOKMAKERS – “Che posso fare su questo? Dirò che non mi importa, mi interessa l’atteggimaneto della squadra ed il fatto che dia sempre il massimo. Le cose che vengono da fuori sono cose normali. Ognuno fa il suo mestiere, ma noi pensiamo al campo”.

    continue reading »

     
     
  • Gazzetta.it – Possibile recupero di Gervinho contro l’Inter e ritorno al tridente offensivo

    Gazzetta.it – Possibile recupero di Gervinho contro l’Inter e ritorno al tridente offensivo

    Inter-Roma è alle porte e i due mister hanno ancora pochi giorno di tempo per varare la formazione vincente. La Roma sta attraversando un momento non semplicissimo, a cui si sono aggiunti, sin dall’inizio della stagione, numerosi infortuni. Oggi, però, arrivano buone notizie per Rudy Garcia dall’infermeria. Gervinho, reduce da un infortunio muscolare, si è allenato per la prima volta con i compagni, abbandonando il terreno di Trigoria solo pochi minuti prima della fine. Un buon inizio, che potrebbe preludere addirittura ad una convocazione per il match di San Siro nel caso continui ad allenarsi regolarmente per tutta la settimana. Ancora fermo ai box, invece, Miralem Pjanic. Il recupero di Gervinho potrebbe significare un ritorno al tridente offensivo Gervinho, Totti e Florenzi, devastante durante la scorsa stagione. Certo, le condizioni dell’ivoriano non sono quelle della scorsa annata, soprattutto adesso che rientrerà dall’infortunio, ma la sua velocità potrebbe creare pericoli alla difesa nerazzurra. Fonte: Gazzetta.it

    continue reading »

     
     
  • Inzaghi: “Queste partite si devono vincere, al momento siamo nella stessa condizione dell’Inter. La visita di Berlusconi..”

    Inzaghi: “Queste partite si devono vincere, al momento siamo nella stessa condizione dell’Inter. La visita di Berlusconi..”

    Vigilia di derby anche per Inzaghi, alla sua seconda stracittadina da allenatore dopo la sfida dell’andata conclusasi in pareggio. Vediamo, tra le tante parole del tecnico rossonero riportate da SpazioMilan, gli stralci più interessanti della sua conferenza della vigilia: DERBY – “Un allenatore, quando ha preparato la partita pensando di averlo fatto nel modo giusto, è chiaro che pensa di vincere. L’unica cosa che posso dire come profezia è che giocheremo un’altra buona partita giocando in modo giusto con padronanza nel gioco e con la capacità di soffrire. Sono sereno, è chiaro però che è una partita da vincere. Chi ha più da perdere? Siamo nella stessa condizione”. MOMENTO DELLA SQUADRA – “Da Firenze penso si sia visto, grazie ai recuperi in rosa, un Milan che ci piace, che mi piace e che mi dà garanzie. Questo deve essere un motivo di ulteriore crescita. A gennaio-febbraio abbiamo patito l’assenza di ricambi, ma ora vogliano dare continuità al nostro lavoro”. INFORTUNATI – “Destro si è allenato ieri con il gruppo, oggi valuterò la sua condizione. Abbiamo sotto osservazione anche Diego Lopez. Honda invece è  recuperato, è da martedì con il gruppo. Ha recuperato 10 giorni prima del dovuto. Nell’allenamento di oggi capirò se può partire dal primo minuto o no. Ha ancora dolore quando calcia molto forte, ma è normale. Potrebbe recuperare dall’inizio”. SFIDA CON MANCINI – “Penso sia il derby tra Inter e Milan, gli attori principali saranno i giocatori che andranno in campo, io almeno la penso così. Che io abbia meno esperienza di Mancini è innegabile, ma vivo la mia professione dando sempre il massimo. Con me tifosi e società dovranno avere un po’ di pazienza. Voglio bene a questi colori”. VISITA DI BERLUSCONI – “E’ molto importante, fa la differenza il presidente quando viene qui. Parlerà con la squadra, da lui sono stato sempre stimolato e ho ricevuto dimostrazioni di affetto. Mi vogliono bene tutti al Milan, compresa la maggior parte dei tifosi. Io sono venuto qua ad allenare per far tornare il Milan dove merita di stare. Son convinto che con questa presidenza, questa società, e spero con me come allenatore, torneremo a vincere. Il regalo più bello che possiamo fare a Berlusconi è vincere giocando bene”.  

    continue reading »

     
     
  • GLI AVVERSARI – Qui Milan, ecco il probabile 11 anti Inter

    GLI AVVERSARI – Qui Milan, ecco il probabile 11 anti Inter

    I rossoneri si presentano al derby contro l’Inter in piena salute, con 7 punti nelle ultime 3 gare di campionato. Inzaghi ha pochi dubbi di formazione: il modulo, ormai consolidato, è il 4-3-3. In porta l’affidabile Diego Lopez; nella difesa a 4 i rossoneri presentano Abate sulla destra, Antonini sulla sinistra, Mexes e Zapata coppia centrale. I primi dubbi del tecnico del Milan iniziano ora: i 3 a centrocampo saranno con tutta probabilità Poli, De Jong e Van Ginkel, mentre in attacco il terzetto sarà composto da Bonaventura e Honda sulle fasce e Menez falso nueve. Ma Inzaghi potrebbe anche decidere di arretrare Bonaventura nei 3 in mezzo (al posto di Poli) e di inserire sulla fascia uno tra Suso e Cerci. Gli interpreti potrebbero cambiare, il modulo anti Inter resta il 4-3-3.

    continue reading »

     
     
  • Focus Sampdoria: gara difficile ma suggestiva, una sfida tra ex

    Focus Sampdoria: gara difficile ma suggestiva, una sfida tra ex

    La 28esima giornata di serie A vede la Sampdoria e l’Inter affrontarsi allo stadio Ferraris di Genova nella serata di domenica. Quest’incontro, che ha il sapore de’Europa, vede i blucerchiati favoriti sui nerazzurri, reduci dalla sconfitta contro il Wolfsburg e l’eliminazione dall’Europa League. In campionato, poi, le cose non vanno tanto meglio: l’Inter viene dal pareggio interno col Cesena, mentre i genovesi hanno sbancato Roma lunedì scorso. Lo straordinario momento di forma della Sampdoria è confermato dalla classifica, che la vede al sesto posto a pari punti con la Fiorentina (45), quinta perché in vantaggio sugli scontri diretti. L’Europa è vicina, consolidata dagli 8 punti che staccano i genovesi dai nerazzurri. La Samp viene da tre vittorie di fila, ma ne non infilano quattro consecutivi in Serie A dal maggio 2010. Quest’anno la storia sembra diversa: la Sampdoria è, con la Juventus, una delle uniche due squadre ancora imbattute in casa nel campionato in corso. Grandi i meriti di Sinisa Mihajlović, peraltro allievo di Mancini, che dovrà rinunciare agli infortunati De Vitis, Munoz, Cacciatore e Rizzo. Si fiderà, dunque, a Viviano in porta; difesa a 4 con De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini; Soriano, Palombo ed Obiang a centrocampo; in attacco probabile conferma di Okaka, che affiancherà Eto’o ed Eder, capocannoniere con 8 reti, nel tridente offensivo. Muriel, autore di un assist e tre gol nelle prime 5 presenze in stagione, sarà impiegato a gara in corso. PRECEDENTI – Nei 57 precedenti tra le due squadre a Genova, i nerazzurri hanno ottenuto i tre punti 27 volte, un numero molto alto considerando quanto sia difficile strappare punti al Luigi Ferraris. 20 i pareggi e 10 le vittorie della Samp. In generale, l’Inter è imbattuta nelle ultime 8 sfide ed ha vinto le ultime 3 sfide a Marassi. La sfida dell’andata, quando alla guida dell’Inter c’era un’altro ex doriano come Mazzarri, finì 1-0 per la squadra di casa (risultato più frequente negli incontri tra le due squadre, assieme allo 0-0), con rete realizzata da Icardi su rigore. Anche nel rapporto gol fatti/subiti i nerazzurri conducono con largo vantaggio: a fronte di 55 segnature da parte della squadra blucerchiata, infatti, l’Inter ha insaccato il pallone nella rete avversaria per ben 96 volte, per un totale di 151 reti. SFIDA FRA GRANDI EX – Quella di domani sarà anche la sfida tra due allenatori, entrambi ex delle due squadre, che in passato, da calciatori, hanno fatto la storia, sopratutto di quella blucerchiata. Dieci anni fa chi mai avrebbe immaginato una sfida del genere? Mancini, già allenatore, aveva tra i propri giocatori lo stesso Sinisa, che si apprestava a disputare le sue ultime due stagioni da calciatore. Adesso Mihajlović allena una delle squadre più in forma del campionato e si ritrova di fronte alla sua vecchia Inter, molto diversa da quella che aveva lasciato nel 2008 in qualità di allenatore in seconda. Ritorno al passato anche per Eto’o, protagonista nel Triplete nerazzurro del 2010, approdato a Genova nel mercato di gennaio e per Icardi, che ha collezionato 33 presenze ed 11 gol con la maglia blucerchiata.        

    continue reading »

     
     
  • Di Carlo: “L’Inter è sempre una grande squadra. Domani ci serviranno per forza le tre C per fare risultato”

    Di Carlo: “L’Inter è sempre una grande squadra. Domani ci serviranno per forza le tre C per fare risultato”

    Intervenuto nella conferenza stampa della vigilia, l’allenatore del Cesena Domenico Di Carlo ha parlato della sfida che domani sera vedrà affrontarsi Inter e Cesena a San Siro. Ecco le parole del tecnico degli emiliani: “Ho visto molte partite dell’Inter e posso dire che è una squadra che sta cercando una nuova mentalità con l’arrivo di Mancini. In questi passaggi serve tempo. Stanno alternando ottime prestazioni a momenti di pausa ma stiamo parlando di una grande squadra. Domani vorranno vincere in casa per riscattare la sconfitta in Europa League contro il Wolfsburg e presentarsi così giovedì prossimo in casa con slancio”. “Mi aspetto molto dal Cesena – prosegue Di Carlo – voglio una squadra più decisa, soprattutto nell’atteggiamento. Il nostro obiettivo è migliorare fuori casa, aumentando i ritmi e avendo meno timore degli avversari e avendo le 3 “C”: concentrazione, coraggio e cuore. Domani l’importante è che il Cesena giochi la sua partita, pressando quando c’è bisogno e difendendoci tutti insieme. Abbiamo anche le caratteristiche per fare male agli avversari e sta crescendo la compattezza della squadra”.

    continue reading »