Geoffrey Kondogbia, non metterti in punta di piedi: chiedi scusa