E' lo Yaya-Day, doppietta e 'resurrezione'