Inter, quante colpe anche fuori dal campo: programmazione sbagliata e mancanza di uniformità di pensiero