Caro Mancini, non doveva finire così