Kondo ora non stupisce nemmeno più, i critici pian piano ammutoliti