Editoriale - Non è una squadra da rivoluzionare, pochi innesti per il salto definitivo