Inter, basta calcoli: testa bassa e lavorare