Miranda, il piacere della sicurezza: anche con un Murillo non ottimale il brasiliano è il solito leader