Il nuovo Palacio, meno goal, più esperienza