Inter 2.0: ecco come è cambiato l'attacco