Grandi colpi e tanta incostanza, Mateo Kovacic saluta l'Inter: decisione giusta?