Le milanesi tornano "spendaccione", ma il bilancio premia l'Inter, ecco perché