Harakiri-Inter, un 3-3 che vale quasi come un bicchiere mezzo vuoto