Guarin, da oggetto misterioso a vero trascinatore di questa Inter