Kovacic e la grande voglia di conquistare Mancini