Un velocista alla corte di Mazzarri?