Dalla passione di Moratti alle ambizioni di Thohir, un passaggio di consegne doloroso ma necessario