Juve, un silenzio "a metà" e due dubbi di formazione