Con l’arrivo in nerazzurro di Handanovic dall’Udinese la storia d’amore tra Julio Cesar e l’Inter si poteva già ritenere informalmente conclusa. L’ingaggio del giocatore, 4 milioni e mezzo all’anno, e le poche garanzie offerte dal punto di vista fisico hanno prevalso sui sentimenti che Julio ha sempre dimostrato nei confronti della società e dei tifosi.

Da tempo il divorzio veniva dato come imminente ma, con il passare dei giorni, quella che doveva essere una semplice formalità si è trasformata in un muro contro muro che ha scatenato anche un po’ di imbarazzo negli uffici di corso Vittorio Emanuele.

E’ chiaro, se si dovesse considerare soltanto il valore del giocatore, Julio Cesar non avrebbe problemi a trovare una sistemazione, ma ciò che ha impedito fino ad ora qualsiasi tipo di trattativa sono state le richieste economiche del numero uno nerazzurro. L’Acchiappasogni, infatti, non ha nessuna intenzione di rinunciare al suo ingaggio, se non con quella buonuscita che Moratti gli ha sempre negato.

Inizialmente l’unica pista concreta sembrava quella di un ritorno in patria, ma ormai il mercato brasiliano è chiuso e ogni discorso andrebbe rimandato alla sessione invernale. Una soluzione scomoda sia per il giocatore che per l’Inter, costretti a vivere da separati in casa fino a gennaio. Ecco allora che, con il passare delle settimane, ha preso sempre più corpo l’ipotesi Tottenham.

Nelle ultime ore gli agenti del brasiliano (guidati da Claudio Vigorelli) sono volati a Londra per trattare con il club inglese. Persa ogni speranza di arrivare a Lloris, gli Spurs hanno deciso di virare con decisione su Julio Cesar. Villas-Boas avrebbe chiesto alla società di chiudere il prima possibile l’operazione per avere a disposizione il portiere per l’inizio del campionato. E chissà che l’Inter non sfrutti l’occasione per riaprire vecchi discorsi già intavolati con il club londinese: da Sandro, sogno impossibile per il centrocampo, al terzino Kyle Walker, eletto miglior giovane della Premier League 2011/12, passando per Giovani dos Santos, inserito dal tecnico portoghese nella lista degli ‘epurati’ e pronto per una nuova avventura.